Utente 198XXX
Buongiorno, dopo 15 giorni esatti ho contratto il virus della varicella da mia figlia. Avendo 40 anni volevo sapere qual'era il decorso in età adulta, anche perchè ho iniziato mercoledì 18 con febbre non molto alta, giovedì sono comparse le prime vescicole. A tutto oggi sabato 21 sono ancora molto debilitata con ancora un poco di alterazione e nausea, inoltre mi si è gonfiata la ghiandola dietro l'orecchio destro. Posso considerarlo un decorso normale o devo preoccuparmi per complicanze più serie?
Cordiali saluti
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
la varicella in età adulta ha un decorso più grave e lungo che in infanzia e sono più frauqenti le possibili complicazioni.
D'accordo col suo medico dovrebbe prendere antivirale a dosi piene per almeno una setimana e cura locale.
Poii vedrà che passa tutto

saluti
Luigi Mocci MD

[#2] dopo  
Utente 198XXX

Grazie Dottore,
per la sua disponibilità. Nel frattempo volevo dirle che anche se ancora un poco debilitata la situazione stà migliorando nonostante il mio medico non abbia ritenuto necessario darmi l'antivirale e mi abbia prescritto solo antistaminico per il prurito.

Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Ovviamente dissento in maniera molto forte col collega. L'infezione herpetica da varicella zoster va SEMPRE trattata nell'adulto, io tratto anche i bambini. La malattia ha decorso più brave e si rischiano meno le complicazioni. Poi, certo, la "vis sanatrix " della natura c'è. Ma allora, perchè usare qualunque tipo di medicinale?

saluti
Luigi Mocci MD