Utente 215XXX
Buongiorno,
oggi ho terminato una lunga serie di sedute dentistiche che mi hanno portato finalmente a inserire una corona oro-ceramica su un premolare.
Purtroppo il comportamento irresponsabile dell'odontoiatra mi ha messo in un grandissimo stato di angoscia.
La dinamica è stata questa: dopo essersi tolto i guanti, credendo di aver finito il lavoro, si è accorto che era rimasto ancora del cemento probabilmente sul dente, vicinissimo alla gengiva (che un po' mi sanguinava).
Ha preso con le mani nude uno strumento molto appuntito che aveva usato prima per togliere i frammenti di cemento e, togliendo a mani nude con la punta delle dita il cemento rimanente sulla punta acuminata, mi ha poi tolto un ultimo pezzetto di cemento dal dente andando vicinissimo alla gengiva sanguinante (era su una radice).
In sostanza, ha toccato la punta dello strumento e poi me l'ha messo a contatto con la gengiva.
E' possibile un'eventuale contagio nel caso il medico avesse avuto le dita sporche?
Devo dire che prima era andato in un'altra stanza al computer e quindi, ovviamente si era tolto i guanti.
Successivamente a questa cosa, mi ha inserito in bocca, sempre senza guanti, un'apparecchio di ferro e plastica che conteneva una cosa avvolta nel cellophane e poi mi ha praticato una rx endorale.
In sostanza la mia preoccupazione è relativa al fatto di esser stato in contatto con le sue mani.
Fortunatamente ero il primo paziente della giornata…
Ringrazio anticipatamente chi di voi vorrà rispondermi.
Sono preoccupatissimo.
Eventualmente devo sottopormi a delle specifiche analisi del sangue?
Qual'è il periodo finestra per HCV e HIV?
Ma è possibile prenderle anche in questo modo?

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Gentile utente semmai è il dentista che ha toccato a mani nude uno strumento tagliente forse sporco di sangue proveniente dalle sue gengive, se lei fosse stato infetto, ad essersi esposto ad un rischio di trasmissione di malattie infettive.
Per quanto riguarda lei, per come ci ha descritto quanto avvenuto,direi che non c'è nessun rischio concreto di contagio.
Cordiali saluti
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#2] dopo  
Utente 215XXX

Egregio Dottor Di Iorio,
non riesco a seguirla.
Il dentista ha toccato a mani nude la punta dello strumento e poi me l'ha messa sulla gengiva.
Non capisco come non ci possano essere rischi anche per me, visto che non aveva i guanti e le mani non se le è nemmeno lavate prima di eseguire l'operazione.
Io immagino sia stata una svista.
Non riesco a capire perché non ci sia anche un rischio per me ma solo per lui.
Si parla tanto delle superfici del riunii, dei mobili ecc. che possono essere contaminate e questa operazione non è a rischio?
Posso arrivare a capire per lo strumento delle rx endorali ma sulla prima cosa ho forti dubbi!
Scusi, ma sono molto preoccupato.

[#3] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
A meno che le mani del suo dentista non fossero state sporche di sangue contaminato (del dentista stesso o di qualche altro paziente) il rischio di contagio da HIV e HCV per lei è trascurabile.
Questo non vuol dire che il dentista per determinate prestazioni non debba usare i guanti. I guanti devono essere usati sempre! Per una sicurezza e rispetto reciproco.

Visto che è già la seconda richiesta di consulto su prestazioni odontoiatriche a seguito delle quali deve patire le conseguenze di uno stress correlato alla trasmissione di malattie infettive, ha mai pensato di parlarne direttamente con il dentista o di cambiare professionista?

PS Le sposto la richiesta di consulto nell'area di specialità malattie infettive dove specialisti della discplina, se vorranno, potranno esprimere il loro qualificato parere sull'argomento.

Cordialità
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#4] dopo  
Utente 215XXX

Egregio Dottor Di Iorio,
la ringrazio infinitamente per la disponibilità.
Sto passando un bruttissimo periodo dato dalla preoccupazione relativa a quanto accaduto.
Spero in un aiuto da parte dei suoi colleghi specialisti in malattie infettive.
Cordiali saluti