Utente 249XXX
Buongiorno Dottore,
cercherò di essere il più preciso e sintetico possibile
Sono un ragazzo gay e nell'ultimo anno ho avuto numerosi rapporti sessuali con partner diversi ed occasionali,nel 90% dei casi ho sempre usato il preservativo e solo con alcuni rari casi,laddove conoscevo il partner no.
Negli ultimi mesi ho dei problemi intestinali,nello specifico sento lo stimolo,e successivo svuotamento più volte al giorno,anche 6 o 7 e in alcuni casi dissenteria (anche se non completamente liquida),il mio medico come prima cosa mi ha chiesto se sono una persona "Emotiva" specificandomene le eventuali motivazioni,in altro modo mi ha informato della possibilità di un allergia al glutine.
Ammetto che ho notato che quando bevo il latte questo fa si che i miei problemi intestinali si attivino anche subito,ho provato con il latte parzialmente ed anche completamente scremato ed anche se quasi probabilmente potrebbe essere questo il motivo,non sono certo del collegamento tra latte e disturbo intestinale.
Il mio dubbio sale dal momento che come le dicevo ho avuto numerosi rapporti e non sempre completamente protetti,e nell'ultimo mese un rapporto sessuale con una persona HIV positiva (informato prima del rapporto) completamente protetto sia nell'orale che nell'anale.
Ammetto di esser diventato ipocondriaco nell'ultimo periodo ma,secondo la sua esperienza i problemi intestinali potrebbero esser collegati con un eventuale contagio del virus HIV?
Non ho fatto il test negli ultimi 2 anni (ahimè) e devo ammettere che mi spaventa l'idea,assodato quindi che il test è fondamentale secondo lei dovrei avere altri disturbi o sintomi qualora abbia contratto il virus?
La ringrazio infinitamente per la risposta che vorrà darmi

A presto

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente nell'attesa della risposta dei colleghi infettivologi,
L'unico modo per sapere se si è infetti è quello di eseguire il test per l'infezione da HIV. Non si può fare affidamento su alcun sintomo. Molte persone che sono infette da HIV non hanno alcun sintomo per 10 anni o più.

Di seguito alcuni sintomi di infezione da HIV in fase avanzata:

-rapida perdita di peso
-tosse secca
-febbre ricorrente o sudorazioni notturne profuse
-stanchezza profonda e inspiegabile
-gonfiore delle ghiandole linfatiche sotto le ascelle, inguine, collo o
-diarrea che dura per più di una settimana
-macchie bianche o macchie insolite sulla lingua, in bocca o in gola
-polmonite
-macchie rosse, marrone, rosa o violacee sulla o sotto la pelle o all'interno della bocca, il naso o le palpebre
-perdita di memoria, depressione e altri disturbi neurologici.
Tuttavia, nessuno deve pensare di essere infetto se manifesta uno di questi sintomi che possono essere correlati ad altre patologie. Quindi l'unico modo per determinare se si è infetti è fare il test per l'infezione da HIV.


Cordiali saluti
Gino Scalese

[#2] dopo  
Utente 249XXX

Grazie mille per le delucidazioni,ovviamente mi sottoporrò al Test quanto prima.
saluti

[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prego!
Cordiali saluti
Gino Scalese