Utente 266XXX
Buongiorno,
inizio dicendo che ho commesso un errore nella registrazione e sono maschio.
durante uno sfortunato rapporto con una prostituta, il secondo della mia vita, si è rotto il preservativo. Dalle sensazioni provate, credo si sia rotto subito all'inizio della penetrazione; il rapporto è stato molto breve, due-tre minuti; dopo l'eiaculazione, estraendo il pene, mi sono accorto che il glande era completamente scoperto. Ho subito esegutio abbondanti e ripetute abluzioni (persino con alcool denaturato!), ho urinato quasi subito. La donna, cinese sui 35 anni, ha cercato di farsi capire dicendomi di stare tranquillo, ma la cosa più preoccupante è quanto fosse tranquilla lei: come se non avesse nulla da perdere.
Ho una moglie splendida, che non merita i miei tradimenti e tantomeno che la infetti.
Sono a pezzi...
Quanto devo preoccuparmi?
Debbo fare la PPE?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Il suo rapporto e' considerabile purtroppo ad alto rischio: le terapie PPE non sono praticabili dopo le 72 ore.

La cosa da fare a mio avviso e' quella di rivolgersi ad uno specialista venereologo che potrà visitarla, escludere MST non HIV e procedere con tests specifici per escludere ogni forma di infezione sierologica.

Son certo che troverà l'aiuto che cerca. Nel frattempo della visita consiglio astensione sessuale.

Cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it