Utente 633XXX
Salve a tutti, intanto Complimenti per l'utilissimo lavoro che svolgete tramite questo portale.

2 mesi fa ho avuto un rapporto orale omosessuale con un ragazzo praticamente estraneo. il suo liquido seminale è venuto (accidentalmente) a contatto con la mia bocca.

a due mesi da ciò ho verificato avere da quelche giorno tumefazioni a catena dei linfonodi nel collo, dietro le orecchie e nella zona cervicale.
Ho consultato un medico (omettendo del rapporto, non ritenendolo essenziale ai fini della cura..) che mi ha diagnosticato una laringite (ho infatti entrambe le tonsille molto gonfie e rosse ma senza pus.)

mi prescrive FROBEN in pastiglie. Ricordo di aver utilizzato già in passato (circa 2 anni fa) lo stesso medicinale in sciroppo.

il giorno seguente l'assunzione di 3 pastiglie di froben, sono ricoperto di puntini rossi lievemente rialzati, su tutto il corpo, esclusi palmi di mani e piedi. non danno prurito.ho anche gli occhi arrossati.

mi viene prescritta una pastglia di antisettico "Zirtec". potrei essere allergico al froben.
il giorno seguente la situazione non è migliorata, mi reco all'ospedale per le malattie infettive più vicino dove mi effettuano Emocromo, got, gtp,glicemia, temendo la scarlattina. Emocromo tutto ok, dicono, è PROBABILMENTE una reazione allergica al Froben.
se i sintomi permangono per altri 2-3 giorni è utile che si faccinao gli esami per ebv, cmv, toxoplasma,rosolia. si consiglia inoltre il test hiv.

il giorno seguente il rossore diffuso non è scomparso, ed è associato a dolori articolari prima ad un ginocchio, poi ad un polso..

Ormai sono molto preoccupato e non posso non pensare che potrei essere affetto da hiv,anche si il soggetto con cui ebbi il rapporto a rischio disse di essere praticamente vergine (aveva avuto solo un altro rapporto ma non completo, supongo sesso orale.) ci penso continuamente e vorrei sapere se qualcuno può darmi ulteriori spiegazioni o indicazioni.
non mi è stato inoltre prescritot nulla, se non detto di aspettare.
l'attesa può essere davvero angosciosa.

dove si può effettuare a roma un test hiv il più rapidament epossibile?
grazie per la cortese attenzione. mi scuso per essermi dilungato ma ritengo la precisione essere NECESSARIA in medicina.

[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente il rapporto che descrive è a rischio HIV. Il rash può essereci nella sieroconversione ma non è pruriginoso, ciò che cita mi sembra un problema correlato al farmaco. Il test può eseguirlo tutte le mattine allo "Spallanzani", stanza 13, anche senza richiesta. Le consiglio un test a 40 ed uno a 100 giorni.
Marcello Masala MD

[#2] dopo  
Utente 633XXX

Infatti il mio rush cutaneo non è pruriginoso! devo ammettere inoltre che qesta sera è sulla via della scomparsa, lascia il posto ad uno strano dolore articolare? le viene in mente qualcosa? assomiglia più ad una reazione allergica o ad una sieroconversione? e come tempistica (sono passati 2 mesi dal rapporto) non è troppo presto? quanto dovrebbe durare di solito il rush?

mi scusi per la quantità di domande ma sono moralmente molto preoccupato.

ricordo di aver avuto febbre alta per un solo giorno , la settimana dopo il rapporto. questo potrebbe essere indice di qualcosa?
grazie per la cortese attenzione.

forse dovremmo chiedere anche il parere di un allergologo?

[#3] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Lei può chiedere il parere di chi desidera, ma prima di tutto penso sia utile rivolgersi al medico di base che la sta curando. La diagnosi di HIV non è mai sintomatologica quindi le consiglio di eseguire il test e di cercare di controllare l'ansia. La sieroconversione nell'80% dei casi si ha tra la quarta e l'ottava settimana.
Marcello Masala MD

[#4] dopo  
Utente 633XXX

la ringrazio tanto per la cortese attenzione. le farò sapere gli esiti.
nel frattempo ho recuperato il numero del ragazzo che mi ha confermato di non aver mai avuto comportamenti a rischio con altre persone, e di aver fatto esame emocromo risultato buono. inoltre non ha mai verificato sintomi.
questo mi tranquillizza molto ma non mi evita cmq il test. ormai voglio escludere anche le più remote cause.

grazie ancora!

[#5] dopo  
Utente 633XXX

esami fatti . era rosolia. Grazie a dio!

avrò cmq gli esiti del test hiv in una settimana. ma ormai non cè più da temere. credo.

[#6] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

perchè non programma la visita Venereologica con l'esperto di cute e mucose genitali e di malattie sessualmente trasmissibili ?

la valutazione del suo stato cutaneo potrebbe avere cause del tutto dissimili da quelle che ci riferisce, pertanto nulla più utilie di un consulto in tale senso per onnicomprendere tutta la sua situazione.

cari saluti

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it