Utente 739XXX
Salve ...... sono un ragazzo di 22 anni. buone salute ( fino ad una settimana fa)....... otto giorni fa ho iniziato ad avere febbre ( mai superiore ai 38) e scariche di diarrea che mi sono passate dopo una pastiglia di imodium........ lingua bianca....il tutto si è evoluto in un fortissimo mal di gola causato anche dalla comparsa di macchie bianche sulle tonsille e da forti bruciori retrosternali..... la febbre non passa ( la sera sale fino a 37.1) ........ premetto...... il mio primo rapporto sessuale ( protetto anche se il preservativo si è sfilato al momento dell' estrazione del pene) l'ho avuto con una ragazza che non conoscevo 6 mesi fa.... ma navigando su internet ho letto che la candida del cavo orale ed esofagea è il primo indicatore di AIDS conclamata. ho visitato 3 medici diversi... che non hanno escluso la possibilità di una candida ( ho fatto un tampone faringeo) che mi verrà consegnato mercoledi' a cui ho spiegato le mie paure. tutti mi hanno risposto che i miei timori sono infondati..... solo uno( mio medico di fiducia) mi ha prescritto il test hiv ( dicendomi che lo ha fatto solo per una mia tranquillià personale anche se lo riteneva non necessario).vorrei sapere se le mie paure sono fondate..Quali sono le altre cause che possono portare a una candida..... E se è possibile passare ad una fase di Aids conclamata a soli 6 mesi dal contagio.premetto.il mio è un periodo di forte stress. esami universitari etc.........

[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente tra una candida orale ed una candida esofagea c'è una differenza abissale. La candida esofagea è patologia fortemente suggestiva di AIDS , la faringea no. Inoltre la diagnosi di candida orale si fa con visita dal dermatologo , non con tampone, poichè spesso i miceti possono crescere su tampone orale, senza essere causa di patoplogia. Ultima cosa la diagnosi di HIV è sempre data dal test, mai da una sintomatologia.
Marcello Masala MD