Utente 702XXX
Salve, sono un ragazzo di 20 anni, circa 1 mese fà ho avuto una risposta immunitaria a un patogeno sconosciuto (fatto esame per toxoplasmosi, mononucleosi, e streptococco ma non era nessuno di questi), i linfonodi stanno man mano sgonfiandosi (si sono ridotti a meno della metà del volume dall'ultima visita medica), gli unici che insistono sono quelli inguinali e uno alla parotide destra...

Tutto è iniziato con un ingrossamento dei linfonodi asintomatico, seguito da febbre (37 - 37.5) che a volte c'era e a volte no.., avevo una leggera faringite, i primi 3 giorni avevo un forte mal di testa che non cessava nemmeno con antiinfiammatori (aspirina, ibuprofene, tachipirina) ho stupidamente provato a prendere un antibiotico (amoxicillina) e si è presentato un esantema esteso su tutta la cute.. smessa l'assunzione dell'antibiotico l'esantema è scomparso, sono andato così dal medico... questo è il risultato delle analisi del sangue, effettuato quando i sintomi si stavano già attenuando (1 settimana dopo che sono iniziati):

EMOCROMO: (tutto nella norma)

FORMULA LEUCOCITARIA:

Linfociti: RIS% = 49 e RIS (K/uL) = 2.0
Monociti: RIS% = 6 e RIS (K/uL) = 0.2
Neutrofili: RIS% = 38 e RIS (K/uL) = 1.5
Eosinofili: RIS% = 6 e RIS (K/uL) = 0.2
Basofili: RIS% = 1 e RIS (K/uL) = 0.0
Altre cellule: 0 e 0

Dalla formula leucocitaria si vedono i linfociti alti e granulociti neutrofili bassi (come mai questi ultimi sono bassi?)

Il resto degli esami è tutto nella norma, vi riporto qua sotto:

VES: 7
GLICEMIA: 84
CREATININA: 1.02
TRANSAMINASI G O T: 28
TRANSAMINASI G P T: 26
BILIRUBINA TOT. E FRAZ.
- TOTALE: 0.50
- DIRETTA: 0.10
- INDIRETTA: 0.40

PCR (quantitativa): NEGATIVA < 6
T.A.S.L (anti-O-streptol.): NEGATIVA < 200
monosticon (Paul Bunnel): NEGATIVO

Ab ANTI TOXOPLASMA:
IgG 1.00 NEGATIVO
IgM 0.05 NEGATIVO




Aggiungo un ultima cosa:

Questo esame risale ad 1 mese fà... i linfonodi sono ancora palpabili ma molto ridotti in volume, a parte 1 alla parotide destra e quelli inguinali, ho ogni tanto un bruciore al glande che però non risulta arrossato, e da circa 3 settimane ho notato un ipercromia di circa 1cm di diametro alla parte sinistra del viso....


Avete in mente qualcosa?, sapete consigliarmi esami da fare? potrei ignorare il tutto, perchè non mi crea alcun problema... però vorrei tranquillizzarmi sapendo cosa ho o cosa ho avuto..

Il mio medico è anziano ed è un medico generico, sono convinto che sintomi che magari lui ignora, possono invece ricordare qualcosa ad uno specialista.. grazie mille dell'attenzione..

Cordiali Saluti
Marco

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
vedo che nessuno Le ha ancora risposto probabilmente perchè riferisce sintomi aspecifici, che solo con una attenta verifica diretta possono essere correttamente valutati.

Purtroppo questo è il limite dei consulti sul Web.

Questo vale ancora di più per le manifestazioni cutanee che descrive.

Mentre per i linfonodi ingrossati è evidente che si tratta di una reazione ad un agente patogeno e che il quadro stia normalizzandosi, come Le avevo già anticipato nel post precedente.

I linfonodi fanno presto quando reagiscono ad ingrossarsi e impiegano tempi molto variabili per tornare alle primitive dimensioni.

https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=40590

Talvolta restano ingrossati per buona parte della vita.

Il suo medico sarà anziano ma non credo da interdire e queste nozioni elementari le userà per poterla tranquillizzare del tutto

Cordiali saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com