Utente 390XXX
Salve, volevo chiedere qualche consiglio dato che sono molto preoccupato riguardo a quello che è successo. Praticamente sabato 29 agosto ho avuto un rapporto non protetto con una trans. Il tutto si è svolto con un rapporto orale sia attivo che passivo (non protetto e senza eiaculazione) e con una penetrazione da parte mia nei suoi confronti durata meno di 2 minuti e sempre senza eiaculazione... È da quel giorno che non mi do pace ed è da ieri che mi sento molto stanco, ho mangiato poco e provando la febbre questa mattina ho scoperto di avere 37.4 . può essere tutto questo indice di un possibile contagio? Devo recarmi in ospedale per fare il test? Quelli che si trovano in farmacia o ordinabili da amazon sono attendibili? Aspetto con ansia una risposta! Grazie in anticipo.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
Lasci stare la farmacia e Amazon.
Lei ha avuto un rapporto a rischio ciò prevede
- test hiv 1-2 di quarta generazione con p 24 a 30 e 90 giorni dal contatto a rischio.

- VDRL E TPHA per Lue contestualmente.

-eventuale tampone uretrale e striscio per gonococco in caso di sintomi durante la minzione o comparsa del classico "scolo" per essere diretti.
Cordialita'
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 390XXX

La ringrazio per la risposta, solo non ho capito cosa intendeva nell'ultimo punto (tampone uretrale ecc.) se gentilmente mi può spiegare meglio!

Il test devo quindi farne uno tra 2 settimane e uno tra 90 giorni?

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
I tempi dei test li ha calcolati bene.
Per la patologia uretrale, se ha sintomi come bruciore o secrezione, dovrà effettuare i tamponi per i germi delle uretriti sessualmente trasmissibili, oltre ai germi comuni e ai miceti, e lo striscio a fresco per individuare il gonococco.
Cordialità
Caldarola
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.