Utente 244XXX
Egregi dottori,
Volevo un consiglio su quanto mi è accaduto, non so se devo preoccuparmi o meno, chiedo un vostro parere.
Sono stato in un locale dove si fa sesso liberamente, non è la prima volta che ci vado e confesso che vado spesso a prostitute.Tutte le volte che faccio sesso uso il preservativo in maniera corretta.
Questa volta, nel locale, ho fatto sesso con una ragazza con le seguenti modalità:
mi ha fatto eccitare e ha inserito il preservativo con il pene non completamente duro e poi ha fatto un rapporto orale. Avendo difficoltà ad avere una erezione completa mi sono masturbato,con il preservativo calzato, fino ad una completa erezione, prendendo il membro alla fine dell' asta. Dopo un breve rapporto orale l' ho fatta distendere e l'ho penetrata in vagina con il preservativo calzato. Ad un certo punto quando stavo per venire mi ha sfilato il preservativo e mi ha fatto venire sul suo petto masturbandomi con la mano. Il problema è che quando mi ha sfilato il preservativo non ho fatto in tempo a vedere se era integro, appena uscito dalla vagina e come era messo se male o bene. dopo averlo sfilato lo ha messo sul letto e guardandolo sembrava integro piegato a fisarmonica su se stesso, l' anello era ben visibile e si notava la parte centrale al momento integra. Avete qualche consiglio?
Anticipatamente saluto.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Caro Signore,
Se non ha fatto in tempo lei a fare il controllo del profilattico, immagini quanto poco possiamo esserle d'aiuto noi!
In tali casi di rapporti promiscui ed in ambienti dove le MST girano che è una meraviglia, io (che in un simile postribolo non ci andrei mai, senza con ciò censurarla in alcun modo) al suo posto mi domanderei "sarò capace di non sviluppare una sindrome ipocondriaca, il terrore della sindrome da sieroconversione, di non toccarmi i linfonodi ogni mattina e ogni sera?"
Se la risposta è SI CONVINTAMENTE archivi il caso.
Diversamente a trenta giorni da questo "incidente" faccia il test per HIV e contestualmente per la Lue.
Ripeterà entrambi a 90 giorni.
La scelta spetta solo a lei.
Arrivederci.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.