Utente 377XXX
Salve , sono un ragazzo di appena 21 anni. Ieri pomeriggio mi e' venuta la brillante idea di andare da una mercenaria del sesso. Durante i preliminari mi ha morso sul petto. Non faccio che pensare a questa cosa e se magari ho rischiato di contrarre qualche malattia..sono preoccupatissimo..Grazie in anticipo.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
le ferite da morso, se profonde, sono per definizione contaminate e vanno trattate opportunamente.
Io non so questa famelica mercenaria se le abbia per esempio staccato un capezzolo o l'abbia semplicemente graffiata con i denti durante i preliminari.
Potrà avere una risposta esaustiva se fornirà dati più precisi riguardo alla ferita.
La prossima volta o cambi mercenaria o la faccia mangiare prima del rapporto. Come si fa con i grossi felini.....
Attendo sue se vuole.
Arrivederci.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 377XXX

Buonasera Dottore , la ringrazio prima di tutto per la risposta. A primo impatto non ho visto sangue quindi credo che il morso non sia stato fatto con forza eccessiva. Ho notato che la pelle era molto arrossata ma non c'era sangue. In che senso " vengono trattate " ?

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Dalla prima descrizione sembrava che più che una prostituta lei fosse capitata da una cannibale!
In realtà le avrà stretto il capezzolo o altro tra i denti senza procurarle alcuna lesione.
Perciò si tranquillizzi e alla sua età lasci stare le prostitute e si cerchi una ragazza che è la soluzione migliore.
Le vere ferite da morso umano, a motivo della ricca e composita flora batterica orale, ricca di anaerobi, a seconda della profondità vanno sottoposte a sbrigliamento chirurgico associato a terapia antibiotica adeguata o semplicemente a terapia antibiotica.
Ma lei non ha nessuna ferita soltanto il senso di colpa, cioè una ferita psicologica. La faccia guarire e si tranquillizzi per il pizzicotto della "professionista sessuale"
Arrivederci,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 377XXX

Dottore lei e' veramente grande ! Ha le parole giuste per ogni cosa. Oltre alle ferite psicologiche e al grosso senso di colpa che tutto questo mi comporta , e' nata una forte preoccupazione che mi ha spinto ad una ricerca frenetica si internet per trovare risposte al mio quesito , cioe' se in caso la donna in questione aveva del sangue imbocca e magari morendomi mi avesse creato delle lesione alla pelle , avrei potuto rischiare di contrarre l'Hiv per esempio..anche perche ' non conoscendo la persona in questione ero ignaro del suo stato di salute..Mi creda tutto oggi sono stato preoccupatissimo , non andro piu' sicuro ! Spero mi risponda. Cordiali saluti.

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Mi ascolti,
i se e i ma non portano a nessuna conclusione.
Lei non è stato morso e quindi non corre proprio alcun rischio.
Archivi l'accaduto e quando sarà nonno lo racconti ai suoi nipoti maggiorenni.
Ora vada a letto sereno: non è il primo e non sarà l'ultimo a poter dire "Da giovane sono andato a donne"!
Serena notte.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#6] dopo  
Utente 377XXX

Buongiorno Dottore, leggo ora la sua riposta. Mi scusi se la sto stressando ma avrei un ultima domanda da farle : Il morso e' stato lieve e il rischio ci sarebbe stato se avessi sanguinato giusto ? Cosa che non e' avvenuta. Cordiali saluti.

[#7] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
Le confermo quanto già detto: lei non è stato morso, non ha riportato ferite e non corre rischi di alcun genere.
Cordiali saluti,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#8] dopo  
Utente 377XXX

Buonasera Dottore , grazie come sempre della risposta. Non e' avvenuto il sanguinamento perche' il morso e' stato lieve. La pelle era molto arrossata quando ho scoperto la maglietta per controllarmi , a primo impatto non ho visto sangue. Speriamo di riuscire a dimenticare il tutto. Addirittura volevo andare dal mio medico di famiglia per vedere se dovevo fare la profilassi. Dottore mi creda sono veramente agitato. Cordiali saluti

[#9] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Guardi,
Se lei ha ormai consolidata la paura (irrazionale) del contagio, è inutile menare il can per l'aia.
Se per una sciocchezza simile lei voleva assumere la PEP, che non le sarebbe stata somministrata da alcun infettivologo serio, allora:

-Test HIV 1 - 2 di quarta generazione con p24 a trenta giorni dall' accaduto (se negativo attendibilità> 95%)
- Test HIV identico al precedente a 90 giorni dall'accaduto: DEFINITIVO .

Sono le linee guida OMS/ISS.
Tertium non datur.
Saluti cordiali ,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#10] dopo  
Utente 377XXX

Dottore lo so benissimo che era pura follia fare la profilassi , ma ammettiamo una cosa che credo mi fara' stare piu' che tranquillo. Mettiamo il caso che succede ad una persona che mentre viene morsa da un altra , quest' ultima ha sangue in bocca , sussiste un serio rischio ?

[#11] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Si, molto serio se il sangue in bocca al "morsicatore" sia abbondante.
Non mi pare il suo caso.
Arrivederci.
Caldarola
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#12] dopo  
Utente 377XXX

Grazie di tutto dottore anche per la pazienza. Buona serata e cordiali saluti.

[#13] dopo  
Utente 377XXX

Buonasera Dottore , non volevo per niente al mondo disturbarla ma volevo farle sapere la mia situazione attuale. Stasera sono stato da un psichiatra amico di famiglia , gli ho raccontato l'accaduto e mi ha detto che secondo lui e' impossibile contagiarsi con un "morso" , nel mio caso sia stato lieve ma sempre di un morso di tratta. Non so piu' a chi ascoltare , a lui ad internet dove se scrivi sui morsi si dice che e' raro ma il rischio sussiste. Sto letteralmente impazzendo. Un cordiale saluto.

[#14] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Le do un consiglio:
lasci stare gli amici di famiglia e vada da uno Psichiatra estraneo, che non la conosce, e che sia esperto e capace.
Lei ha bisogno di una ben congegnata terapia farmacologica, al di là dell'evento del morso che è la punta di in iceberg.
Saluti,
Caldarola
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#15] dopo  
Utente 377XXX

Buonasera Dottore , sono le 17:00 e sono ancora a qui a leggere e rileggere le sue risposte. Sono due giorni che non faccio nulla , solamente mangio giusto qualcosa per "sopravvivere" e poi ritorno nel letto a far finta di chiudere gli occhi per non pensarci mentre muoi di paura. Sul braccio destro mi sono usciti persino dei puntini rossi e soffro di mal di testa forte da giovedì scorso. Mia mamma preoccupata non solo ha contattato uno psichiatria che conosce ma anche un infettivologo che gli ha detto che mercoledì mi fara' degli esami particolari , non so a cosa si riferisse.So che bisogna aspettare i 90 giorni per avere un quadro della situazione. Ho parecchi dubbi che mi tormentano la testa e l'anima. La prego mi aiuti.Saluti

[#16] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
Lei non ha bisogno di un infettivologo o di un NAT test per HIV.
Lei non ha bisogno neppure di un banale test sierologico.
Lei nell' immediato ha bisogno di una terapia farmacologica prescritta da uno psichiatra, affiancata da un percorso psicoterapeutico.
Più di tanto non posso aiutarla: oggi è preoccupato per quella stupidaggine che le è successa, domani ricadra' nel panico per un'altra fesseria.
Lei è maggiorenne a quanto afferma: bene le posso dire che sua madre, ovviamente in buona fede, non la sta affatto aiutando.
Scusi la schiettezza ma è un mio difetto.
Arrivederci,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#17] dopo  
Utente 377XXX

Buongiorno Dottore , so benissimo di dover affrontare sia una terapia farmacologica e sia della psicoterapia. L'aver contattato un infettivologo e' solamente per mettermi l'anima in pace per poter iniziare un percorso sereno con lo specialista prescelto.Come le ho spiegato nella precedente risposta , sono molto spaventato anche perche' sulla mano e sul braccio ho tre puntini rossi , rush cutaneo ? Mi puo' fare delle indicazioni se puo' ? Saluti.