Utente 295XXX
Salve.. E da un po di tempo che volevo scrivervi. Circa 28 fa ho avuto un rapporto con una partner che non conoscevo. Ovviamente con il preservativo data la circostanza. Iniziamo il rapporto, sia preliminari che penetrazione con preservativo, e dopo nemmeno un minuto mi accorgo che le erano venute le mestruazioni. Alla base del pene avevo un piccolo taglio causatomi da una lametta 2 o 3 giorni prima. Il taglio non sanguinava, pero dava l impressione di essere aperto. Al che decido di interrompere il rapporto immediatamente e noto che sulpreservativo vi erano traccie di sangue. Mi accorgo una volta tornato a casa che c erano lievi traccie di sangue sul taglio. Ora il mio dubbio è se io possa realmente aver contratto il virus. Dato che non conosco la persona e non ho piu avuto modo di sentirla vi chiedo. E possibile contrarre il virus in questo modo?? Quali tipo di ferite sono a rischio per contrarre la malattia? Ed eventualmente dopo quanti giorni posso eseguire un test per avere una risposta affidabile??? Vi ringrazio per la risposta e grazie del servizio.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
Se la ferita è stata contaminata da sangue è saggio che lei faccia il test per HIV a 30 gg dell'accaduto (affidabilità> 95 %) e poi a 90 gg ( definitivo ).
Saluti cordiali,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 295XXX

Capito. Lo farò. Mi saprebbe dire a cosa si riferiscono le varie fonti quando dicono ferita aperta e sanguinante?? Quali tipo di ferite sono a rischio in questi casi?? Grazie.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
Una ferita aperta e sanguinante della cute e', in soldoni, quella immediatamente successiva ad un taglio accidentale su un dito con un coltello.
Successivamente iniziano i processi riparativi e rigenerativi che portano alla cicatrizzazione e alla ricrescita della pelle. A questo punto il processo termina e la cute riacquista la funzione barriera.
Fintanto che il processo non sia completato, permane una soluzione di continuità della cute che , anche in assenza di sanguinamento, potenzialmente consente a patogeni di venire a contatto con il microcircolo cutaneo.
Saluti cordiali,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.