Utente 263XXX
Buongiorno, scrivo qui perchè sono nella paranoia totale...esattamente 2 settimane fa ho avuto un rapporto non protetto con una persona che conosco sapendo successivamente che è stata con molti ragazzi...dalla sera stessa sono cominciate a venirmi paranoie sull'aver contratto hiv tanto da mettere in ansia anche lei che si è sottoposta ad una visista ginecologica che nn ha evidenziato alcun tipo di problema, anche se so che questa malattia ha bisogno di un test specifico. Nell'arco di queste 2 settimane compiute oggi ho avuto alcuni sintomi quali dolori alla schiena, collo e pesantezza gambe e una sett dopo al rapporto mi è uscita la candida che sto trattando mi ha detto il medico x 10 gg con decoderm una crema e una lozione per sciacquare il glande. Sto preoccupatissimo conto di fare in test tra 40gg anche se il medico mi ha detto che nn è necessario xke nella nostra città non ci sono casi di hiv. Fatto sta ho sintomi e paura...non so che fare è possibile avere una sieroconversione in meno di una 7mana?

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
Lasci stare la visita ginecolocica della sua partner occasionale e si penta di non aver usato il profilattico. Correttamente si intende.
Mi taccio sulla affermazione pseudo-epidemiologica del suo curante.
Faccia a trenta e novanta giorni dal rapporto il test HIV 1 - 2 combo e nelle stesse sedute di prelievo una VDRL e il TPHA per la Sifilide.
Termini la terapia topica per la candida e poi controlli con tampone che sia stata effettivamente eradicata.
In caso di bruciore uretrale o "scolo" manifesto,
saranno indicati tamponi uretrali per Gonococco, Chlamydia e Mycoplasma, prima di qualunque terapia empirica.
A meno che nell'Eldorado in cui vive non esistano neppure queste malattie.
Ovviamente la prossima volta pratichi attività sessuale DI OGNI GENERE con un preservativo ben indossato.
Saluti,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.