Utente 425XXX
Cari dottori, sono un ragazzo di 24 anni e venerdì sera ho avuto rapporto orale con uno sconosciuto ( senza eiaculazione interna, mai fatta fare!) giusto per qualche secondo perché il tipo non mi convinceva per la sua igiene. Dopo 3 giorni mi sveglio con febbre a 38, la bocca, lingua e tonsille piene di afta ( informandomi anche su questo sito sembra proprio candida orale). Dopo 3 giorni di febbre sempre alta ( con picchi di 39) vado dal medico curante menzionando anche l'accaduto ma lui sostiene che non c'è nessun legame e mi prescrive siringhe di penicillina e mycostatin 3 volte al giorno per l'afta. Ora sono passati 5 giorni ed ho ancora la bocca piena di afta ( mangiare è un inferno) e la febbre alta senza alcun segno di miglioramento.

Siccome conosco il mio corpo e dico che non è normale tutto questo, temo che quel uomo mi abbia trasmesso qualcosa ( se non hiv). È possibile escludere a priori un legame tra l'evento e la candida? Come la vedete? Cosa posso fare? Grazie

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Un tempo pari a tre giorni dal rapporto non ci consente di parlare di sindrome da sieroconversione.
Lei sembra avere un'aftosi buccale e non un mughetto ed è da verificare se sia la febbre, di natura virale, che l'ha scatenata, o viceversa. Le lesioni vanno viste de visu e io non posso farlo telematicamente.
Il suo partner potrebbe averle trasmesso un Herpes Simplex che può innescare un'aftosi in un soggetto vergine dal punto di vista immunitario contro HSV
Sulla aftosi il Mycostatin (la Nistatina) non esercita alcun effetto e se lei ne soffre per la prima volta capisco la sua sofferenza perchè è capitata la stessa cosa anche a me.
Più utili colluttori o spennellature con cortisonici, topicamente.
Ma di questo deve parlare con il suo medico.

Ovviamente lei è consapevole di aver avuto un rapporto a rischio per MST.
Ora è presto per qualunque test ma sarebbe bene che guarito dalla Aftosi, lei si rivolga ad un centro per le MST o ad un infettivologo, perchè la segua.

Buona giornata,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.