Utente 413XXX
Buongiorno,
Volevo chiedere un informazione: a 4 mesi da un rapporto a rischio hiv ho effettuato un test salivare con risultato negativo, sucessivamente mi sono recato dal mio medico della mutua e mi sono fatto prescrivere un ulteriore esame per l hiv ,a 5 mesi dal rapporto a rischio ho effettuato un test hiv rna quantitativo con risultato zero copie rilevate, volevo sapere se posso stare tranquillo e se gli esami che ho effettuato sono validi e quindi ritenere la faccenda chiusa o invece mi consigliate di fare ulteriori esami !?
Grazie cordiali saluti

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Può stare tranquillo perché non si è infettato.
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 413XXX

Volevo ringraziarla per la risposta
e poi volevo chiederle un ulteriore domanda riguardo il test rna quantitativo :
ho letto che questo test può essere o solo per l hiv 1 o solo per l hiv 2 e volevo sapere se era vero?
considerando anche il fatto che sul mio referto c'è scritto solo rna quantitativo senza specificare hiv 1 o 2
Grazie

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Si è vero: essendo alle nostre latitudini l'HIV 2 estremamente raro se non viene specificato si effettua una PCR con un primer solo per HIV1.
In realtà l'esame che lei ha fatto è stato costoso e superfluo: il più semplice test, che ha eseguito a 120 giorni, in immunoenzimatica o elettrochemiluminescenza, e che ha dato esito negativo, la deve porre in una condizione di assoluta tranquillità sulla sua sieronegatività per HIV 1 - 2.
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 413XXX

immuonoenzematica e elettrochemiluminescenza cosa voglion dire ?
Grazie

[#5] dopo  
Utente 413XXX

io ho effettuato un test salivare a 120 giorni non su sangue

[#6] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
"a 4 mesi da un rapporto a rischio hiv ho effettuato un test salivare con risultato negativo, SUCESSIVAMENTE MI SONO RECATO DAL MIO MEDICO DELLA MUTUA E MI SONO FATTO PRESCRIVERE UN ULTERIORE ESAME PER L HIV"

Se lei mi scrive quello che è presente nel virgolettato, io capisco che ha fatto un test salivare rapido, un test su sangue (che può essere solo in immunoenzimatica o in elettrochemiluminescenza - ELISA o ECLIA) il tutto a 120 giorni dal rapporto a rischio. Quindi con risultati definitivi per HIV 1 - 2.
A me interessa questo per poterle dire di stare tranquillo: se poi lei pretende che io legga tra le sue righe: beh personalmente non ne sono capace. Sia più chiaro nell'esposizione.
L'esame con PCR è stato un inutile spreco di denaro, spero non pubblico.
Saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#7] dopo  
Utente 413XXX

no ci siamo capiti male
a 120 giorni ho effettuato quello salivare
poi mi son fatto prescrivere un esame del sangue per l hiv ma nel posto dove mi sono recato al posto di quello classico mi hanno effettuato un rna quantitativo
quindi ricapitolando:
120 giorni salivare negativo
150 rna quantitativo : zero copie rilevate (negativo)
alla luce di questi due esami posso o no stare tranquillo o mi consiglia di effettuare un prelievo classico ??

[#8] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Si è spiegato male, io ho capito benissimo ciò che ha scritto male.
Non capisco chi e perché le abbia fatto una PCR per di più quantitativa: il SSN non concede questo esame che è a carico dell'assistito, a meno che lo stesso non sia HIV positivo e in terapia antiretrovirale.
Se vuole eliminare qualsiasi dubbio, in osservanza delle linee guida ufficiali del Ministero Della Salute - Commissione per la lotta all'AIDS - faccia un test classico di IV generazione, il cui risultato dovrà considerare definitivo per HIV 1 - 2.
Ritengo che il consulto possa ritenersi concluso: se vorrà farmi sapere il risultato del test potrà postarmelo quando lo avrà a disposizione.
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#9] dopo  
Utente 413XXX

Non l ho fatto per scelta ma perchè il mio dottore mi ha prescritto un esame per l hiv assieme ad altri esami del sangue di routine, io mi sono recato nel solito posto dove vado a fare gli esami del sangue classici che è una clinica privata convenzionata e mi è stato fatto quest esame.
Comunque la ringrazio per il consulto, anche se sono nuovamente agitato perchè in poche parole i due esami che ho effettuato non vanno bene e non sono attendibili nonostane gli ho effettuati oltre il periodo finestra previsto

[#10] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
La clinica privata ha tutto l'interesse a fare un esame che costa molto di più di un esame "standard".
In più mi piacerebbe leggere che cosa ha scritto il suo medico di base: perché la scelta di effettuare su un soggetto da testare una PRC quantitativa e non qualitativa non può essere presa autonomamente dal laboratorio.
Comunque lei sarebbe tranquillo sapendo che l'HIV 2 non è stato testato?
Se lo è non faccia più nulla. Le ho detto che alle nostre latitudini è eccezionale trovarlo.
Se le deve rimanere il dubbio vada dal suo curante e chieda spiegazioni: in fondo i soldi del SSN sono i nostri soldi e vanno sottratti a squallidi giochetti spartitori.
Saluti,
Dott. Vincenzo Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#11] dopo  
Utente 413XXX

Sarei tranquillo se i pareri sul test salivare sarebbero più uniformi. Perchè il test salivare rileva l hiv 2 il problema che alcuni dottori sostengono che a 90 giorni è definitivo e ha un attendibilità pari a quello ematico, altri invece sostengo o che non sia del tutto affidabile o addirittura chiamando l'iss uno mi ha detto che non sono approvati in italia e che non valgono come test, peccato che io abbia effettuato questo test all'amedeo di savoia di torino che è un centro specializzato in malattie infettive.
Se ci fosse più omogenità nel pensiero sarebbe forse meglio.
E dato che oltre l rna ho effettuato anche quello salivare potrei stare tranquillo ma evidentemente non è così perchè anche lei che è un medico dalle parole che mi dice non l ho considera attendibile (test salivare)

[#12] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
I test salivari non sono ancora approvati dall'ISS del Ministero della Salute come test attendibili in assoluto.
Li stanno sperimentando.
In Svizzera, dove lavoro, li vendono addirittura in Farmacia.
Ma poiché qui siamo in Italia io mi devo attenere alla legislazione Italiana e finché i test salivari non saranno approvati devo consigliare quelli su siero. E dire che un test di IV generazione è definitivo a 90 gg, E se negativo non occorre altro.
Questo è quanto.
Buona serata,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.