Utente 198XXX

Buongiorno,

Vi scrivo per l'insorgere di alcuni sintomi che hanno destato delle mie paure riguardo un possibile contagio di meningite.

L'altro Ieri per festeggiare il capodanno sono stata in un luogo molto affollato, una sorta di centro benessere vicino Prato, ignara dell'epidemia di meningite che sta colpendo la Toscana ultimamente. Ho frequentato infatti una zona molto colpita da quanto ho potuto apprendere il giorno seguente, dato che ho sentito dei tre casi quasi concomitanti emersi nelle ultime ore di meningite c e b.

Il giorno successivo alla frequentazione di questo posto, cioè da ieri, ho cominciato ad avvertire cervicalgia, dolore alla nuca e alla testa di tipo trafittivo e un forte dolore alle ginocchia, soprattutto il destro, non riesco a stare in posizione supina con la gamba distesa devo mettermi di lato. Non ricordo di aver dato colpi alle ginocchia o alle gambe. Anche in stato di riposo delle gambe avverto fitte e dolori alle ginocchia e ai muscoli delle cosce.

Da questa mattina ho anche un po' di nausea. Spero che i miei sintomi siano solo dovuti ad aver preso magari un po' di freddo, ma è possibile avere questi sintomi in caso di meningite iniziale anche se è assente la febbre? Secondo voi dovrei fare la profilassi? Sono passate poco più di 24H.

Grazie.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
non c'è nessuna epidemia di meningite nè in Toscana nè in Italia.
Tanto è vero che non sono state attivate le procedure istituzionali per contenerla.
Ci sono focolai endemici COME OGNI ANNO!
Ciò premesso, a me pare che lei abbia una banale virosi stagionale: tuttavia se ha il timore di avere la Meningite si faccia visitare da un medico non virtuale, perchè bastano poche manovre semeiotiche per valutare se ci sia irritazione delle meningi o se non ci sia.
Di sua iniziativa non faccia nessuna profilassi: se davvero un paziente ha la meningite deve fare una antibioticoterapia adatta, a dosi congue e per un congruo periodo.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 198XXX

Grazie della celere risposta dottore.
Quest'oggi andrò dal mio medico curante, la cosa che mi rasserena è l'assenza di febbre per il momento.
Ho avuto timore perché tempo fa soffrii di un'artrite migrante di cause ancora sconosciute che si risolse spontaneamente dopo qualche mese con livelli bassi di c3 e c4, ma ves pcr e ANA nella norma. So che questi fattori del complemento sono molto importanti a livello immunitario e quindi questo aveva mi destato delle preoccupazioni.
Cordiali saluti
Buon anno