Utente 409XXX

Gentili dottori, scrivo in quando visti i casi di meningite di diverso tipo, chiedo se è bene fare il vaccino contro il meningococco.

Vi chiedo gentilmente di dirmi se è il caso di vaccinarsi per i diversi tipi di meningite o meglio lasciar perdere.

Meglio fare il vaccino monovalente o polivalente? E visto che tra gli effetti indesiderati del vaccino, la mia preoccupazione maggiore, ci sono convulsioni e sopratutto shok anafilattico, quante probabilità ci sono che si verifichi lo shok?

Visto che ho fatto il vaccino antifluenzale (mi ha dato solo una linfoadenopatia) posso ritenere che con il vaccino anti-meningite non abbia lo shok anafilattico ma eventualmente solo un malessere generale (febbre, linfoadenopatia ecc.)

Grazie per le eventuali risposte

Cordiali saluti MV

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
lo shock anafilattico è una remotissima evenienza che deve essere considerata con tutti i prodotti biologici.
Le convulsioni in un adulto sono più teoriche che pratiche.
La scelta di vaccinarsi è libera: se ha deciso di farlo non si faccia tanti problemi.
Il polivalente contiene diversi ceppi: di tutti solo quello C circola in Italia insieme al B, che nel polivalente non è contenuto.
Se non deve recarsi in Asia o Africa le consiglio di praticare la vaccinazione solo contro il Men C (76 EUR a dose e basta una dose) e contro il Men B (146 EUR pro dose e ne occorrono due inoculate a distanza di un mese).
Si informi comunque presso l'ASL di competenza perchè alcune Regioni dispensano entrambi i vaccini, anche negli adulti, previo pagamento di un bollettino postale di costo molto ridotto rispetto al prezzo di vendita.
Questa è l'espressione del nostro "federalismo"....... all'italiana!
Cordilalità.
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 409XXX

La ringrazio per la cortese risposta.
buona giornata