Utente 448XXX
Buonasera,
So che ci sono già state altre richieste di consulto riguardo la trasmissione di HIV tramite masturbazione. Tuttavia non ho trovato nulla di specifico riguardo ciò che mi preoccupa: circa 1 anno fa ho praticato la masturbazione utilizzando delle mutande di una ragazza, che aveva già usato, per puro sfizio personale. Sulle mutande, notai, vi erano delle tracce di quelle che credo potessero essere secrezioni vaginali. Premetto di non aver mai avuto rapporti sessuali. La mia domanda è: è possibile, tramite il semplice contatto fra glande e quella zona delle mutande, aver contratto il virus dell'HIV?
Potrebbe risultare una domanda stupida, ma attualmente non faccio che ripensare alla cosa, e la preoccupazione non è poca.
Dovrei fare il test?

Cordiali saluti

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
per quanto riguarda l'HIV non corre nessun rischio e non le consiglio nessun test.
Se tuttavia questo la tranquillizzasse lo faccia pure: meglio un test inutile che una ossesione che le trapana la mente.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 448XXX

La ringrazio per la risposta. Se dovessi decidere di fare il test, dopo quasi un anno, posso ritenere il risultato completamente affidabile?
Ho letto che è possibile effettuare il test Elisa ed il ComboTest. Quale dei due è più raccomandato?

Inoltre ci tengo a dire che mi è capitato 2-3 volte di avere dei puntini rossi lungo il corpo, magari sul braccio o sul busto, i quali provocavano prurito. Anche di recente, parliamo di circa 3 settimane fa. Potrebbero essere collegati a ciò che è successo l'anno scorso? O è passato troppo tempo per un vero e proprio collegamento?

Cordiali saluti

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
i puntini rossi non sono collegati con l'evento di cui parla.
ELISA, ECLIA, ELFA sono delle metodiche per fare il test HIV di IV generazione detto anche Combo - test HIV Ag/Ab - test HIV p24.
Dopo un anno a lei sarebbe sufficiente anche un test di III generazione da considerare definitivo: faccia quello di IV generazione e chiuda definitivamente questo capitolo.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 448XXX

Salve dottore,
sono passati circa 25 giorni dall'ultima volta che le ho chiesto delucidazioni riguardo il mio caso.
Ebbene, ho eseguito il test (era ECLIA), e sono risultato negativo. Ora, voglio precisare che quando scrissi che era passato circa 1 anno dall'evento, erano in realtà 8 mesi, con l'ottavo mese scattato a metà aprile.
La mia domanda è: considero il test definitivo? Ripeto ad un anno effettivo dall'accaduto?

Inoltre, il laboratorio a cui mi sono rivolto mi ha fornito i risultati del test il giorno successivo al prelievo effettuato. Nello specifico, la mattina di un lunedì ho fatto il prelievo e il pomeriggio del martedì ho ritirato i risultati.
Possibile una tale tempestività? O devo preoccuparmi riguardo l'affidabilità del laboratorio?

Cordiali saluti

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
il test che ha fatto deve essere considerato, senza se e senza ma, definitivo.
Per eseguire un test HIV I-II di IV generazione deve considerare i seguenti tempi:
-il tempo del prelievo e della sierazione ( circa mezz'ora con i sistemi attuali).
-la centrifugazione (pochi minuti)
-L'inserimeto della provetta nel rack e di questo nell'apparecchio già tarato: in genere il risultato viene stampato dopo 1 ora max 2 ore a seconda della metodica e del Kit.
Teoricamente, ad abundantiam, dopo tre ore il suo referto è pronto.
Quindi la consegna il giorno successivo rientra in una tempistica del tutto normale.
Non abbia dubbi e chiuda definitivamente questo capitolo.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#6] dopo  
Utente 448XXX

La ringrazio dottore.
Per informazione, un test a 7 mesi può a sua volta considerarsi definitivo? Chiedo perché riguardo il periodo finestra vi sono molte informazioni sul web, e con l'avanzare del tempo pare essersi ridotto sempre di più. Mi piacerebbe una puntualizzazione da parte di un professionista del settore.

Cordiali saluti

[#7] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
è scritto chiaramente nella replica #5 che evidentemente lei non ha letto e che la invito a rileggere con attenzione.
Non possiamo ripetere le stesse cose all'infinito nè perdere tempo a scrivere le risposte perchè poi l'utente non ne fruisca.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.