Utente 130XXX
Salve dottore,
Lavoro in un ufficio contabile come segretaria e avrei bisogno di avere delle rassicurazioni.
Al lavoro abbiamo a che fare con "dati sensibili" e di conseguenza per le sempre nuove leggi sulla privacy si debbono distruggere quei mezzi che possono contenere informazioni su terzi prima di buttarle.
In particolare mi riferisco a dvd e hard disk di mezzi informatici.
Essendo io la deputata a tale compito, mi trovo ogni settimana a rompere ( spezzandoli con le mani) parecchi dvd/cd (direi una 15 alla settimana) e ogni tanto anche degli hard disk ( sei mesi fa abbiamo cambiato 3 pc e mi è toccato rompere e spezzare con un martello i dischi ).
Ora la mia domanda (mi scuso per la lunga prefazione). Mi è sorto il dubbio, parlando con una mia amica, che questi mezzi di memorizzazione contengano sostanze non proprio salutari e che io avendo avuto a che fare rompendoli e in qualche modo inalando le sostanze che li compongono( senza alcuna protezione) mi sia in qualche modo intossicata.
Ho letto che tali mezzi di "memorizzazione" contengono sostanze non proprio salutari ( metalli pesanti e composti chimici come l'azo), le chiedo se sono possibili esami di qualche tipo per riconoscere intossicazioni del genere o se io mi stia preoccupando eccessivamente a fronte di qualche decina di dvd e 5 piatti di hard disk rotti.
La ringrazio per l attenzione. Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Non risultano segnalate problematiche di questo tipo. Trovi un altro sistema di distruzione dei CD (come per la carta)e non si preoccupi.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
Utente 130XXX

La ringrazio della veloce ed esaustiva risposta.
La disturbo ancora per chiederle un parere nei confronti di alcuni comportamenti del mio ragazzo ritenuti da me a rischio.
Lui lavora nel campo dell'elettronica e per hobby ripara computer per gli amici. Più volte l ho visto rompere alcune parti del computer tranquillamente con le mani ( mi riferisco a quelle schede verdi contenenti i vari circuiti che troviamo in tutti gli oggetti elettronici), tutto questo lo fa nella sua camera da letto. Ultimamente mi è capitato di trovare pezzi di tali "schede" in giro per la stanza.. da una veloce ricerca su internet ( per evitare di disturbarla ancora) ho visto che tali schede sono fatte su basi di materiale di fibra vetrosa o a base di carbonio. MI chiedo se tale pratica possa influire sulla sua salute in seguito a possibili inalazioni durante la rottura dei pezzi e al dormire e vivere in un luogo dove si svolgono tali "pratiche".
Immagino che tale domanda le possa sembrare strana, ma avrei bisogno di conoscere il suo parere.
La ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti.