Utente 116XXX
A fine febbraio mi sono punta accidentalmente con un butterfly, premetto che ho infilato l'ago al paziente e non sono riuscita a trovare la vena ma quando ho tolto l'ago mi ricordo che dal paziente è uscita qualche goccia di sangue, subito dopo mi si è incastrato l'ago nel guanto e mi sono punta. Mi è uscito subito sangue però non spremuto perchè non sapevo che andava fatto. Il paziente aveva più o meno 80 anni e stava lì pèr un problema di calcoli, comunque era negativo sia all'epatite b che c. Ho fatto tutta la prassi ed ero risultata a epatite c,b e hiv negativa, i meidici mi hanno detto di stare tranquilla che è molto difficile un contagio perchè il virus dell'hiv muore all'aria. La mia preoccupazione è iniziata a venire da quando due settimana a questa parte ho sempre una febbricola a 37-37.2 asintomatica, magari è semplicemente dovuta a una leggera influenza intestinale che ho avuto. Vorrei comunque sapere se posso stare effettivamente tranquilla. grazie

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Ippati

20% attività
0% attualità
0% socialità
CEFALU' (PA)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2010
quello che ti hanno detto i colleghi è vero. In ogni caso penso che lei possa stare tranquilla anche in considerazione dell'età avanzata del paziente. Ad ogni modo i primi anticorpi per l'HIV si presentano dopo 20-25 giorni dall'eventuale contatto quindi ripetere il test uno e tre mesi dopo le darà la sicurezza di non aver contratto il virus
Dr. Giovanni Ippati