Utente 142XXX
Salve.Sono un ragazzo di 24 anni che pratica il tennis da circa 15 anni.Da 5 mesi soffro un dolore al tendine d'achille sx che si estende al tallone o viceversa.Tutto nacque una sera mentre passeggiavo con un paio di scarpe che si erano danneggiate e che mi cosrtingevano a zoppicare per il fastidio.dall'ecografia emerge:normale spessore del tendine d'achille che presenta ecostruttura parenchimale disomogenea, specie in sede inserzionale calcaneale, ove si presenta tendenzialmente iperecogeno come da quadro di tendinosi di medio grado. Ma di contro dalla risonanza magnetica non è emerso assolutame nulla.Inoltre al tatto svariati fisiatri e ortopedici non hanno percepito nulla e attualmente non percepisco nessun dolore.La mattina al risveglio non sento dolore ma basta che io stia mezzora all'impiedi che emerge un fastidiosissimo dolore al tallone e al tendine che va aumentando per tutta la giornata. ad oggi porto i plantari ma con quasi 0 benefici e non ho effettuato nessuna terapia.Cosa mi consigliate?Potrebbe la risonanza essere stata fatta con poca accortezza?se vi può aiutare alla schina ho un bulging discale in L3 L4 che l'anno scorso mi ha portato qualche fastidio nell'interno coscia ma che ora si è attenuato.peso 80 chili e sono alto 1.85.Grazie anticipatamente

[#1]  
124310

Cancellato nel 2010
1) Il referto ecografico non ha nessuna senso. Evito le questioni tecniche perché scenderei in un campo eccessivamente specifico (è ridicolo scrivere che l'inserzione è iperecogena, quadro tipico di speroni e calcificazioni e poi scivere che c'è la tendinosi che ha invece aspetto ipoecogeno e che comunque sarebbe abbastanza strano trovare in un 25enne). La sintomatologia che lamenti si chiama (anche se erroneamente) entesite achillea. La terapia con onde d'urto, se effettuata con adeguato apparecchio e da operatore in grado d'intendere e di volere, dà ottimi risultati.
2) Il bulgin L3 - L4 non può dare una sintomatologia come quella che riferisci.
3) Ma stai usando un plantare o una delle terribili talloniere?

[#2] dopo  
Utente 142XXX

la ringrazio per la risposa.No è un plantare, anche se forse non dei migliori.Dove devo effettuare le onde d'urto?sul tallone?potrebbe trattarsi di un problema alla nervatura in quanto ero intento ad effettuare una eletromiografia al piede, visto che dopo qualche passo mattutino comincia anche a bruciarmi la pianta dello stesso?grazie anticipatamente.

[#3] dopo  
Utente 142XXX

inoltre dimenticavo di dire che ho effettuato una radiografia al piede e non è emerso nulla ,soltanto un alluce leggermente valgo,niente sperone o altro del genere..

[#4]  
124310

Cancellato nel 2010
L'elettromiografia non ha nessun senso in questo caso.
Faccai tre - sei sedute di onde d'urto e il dolore passerà (se fatte con cognizione di causa). Però purtroppo nella tua zona non saprei dove indirizzarti.