Utente 145XXX
salve.. sono un ragazzo di 23 anni. negli ultimi tre anni ormai giocavo a calcio e calcetto, alla media di 3 volte a settimana. il 16 agosto 2009 durante una partita di calcetto, cercando di tirare al volo, il mio piede di appoggio è rimasto piantato sul terreno di gioco e il ginocchio ha effettuato una torsione eccessiva. ho sentito un crac e abbastanza dolore. ma dopo un pò mi sono rialzato riuscendo a camminare. sono andato a porta ma dopo 5 min il mio ginocchio ha ceduto. ho subito messo ghiaccio. il giorno dopo ho messo una pomata per far asciugare il liquido che evidentemente si era formato ma il problema era che non riuscivo a piegare o distendere il ginocchio. ho effettuato una RM di cui espongo i risultati:
-discreta falda di versamenti intraarticolare
-regolare morfologia della capsula e delle strutture di rinforzo
-fibrocartilagini meniscali nei limiti per morfologia e segnale
-legamenti crociati di segnale fisiologicamente ipointenso, apprezzabili da inserzione ad inserzione
-conservati i rapporti articolari femoro-tibiali e femoro-rotulei
-tenue e sfumata iperintensità in T2 a livello del condilo femorale esterno, ascrivibile ad edema spongioso post-traumatico
quindi ho sostenuto, risonanza alla mano, una visita ortopedica (della durata di 5 minuti). il dottore mi ha detto che avevo una leggerissima lesione e un lieve appiattimento del menisco e che facendo gli esercizi opportuni (da solo), tempo un paio di mesi e sarei anche tornato a giocare. quindi ho continuato a portare le stampelle, che portavo dal giorno dell'infortunio, per non caricare troppo il ginocchio. ho iniziato gli esercizi per riprendere la muscolatura della gamba, ormai andata. la mia ripresa fu però ritardata da una caduta dovuta a una storta mentre semplicemente camminavo. fatto sta che i miglioramenti ci sono stati. dopo un paio di mesi riuscivo a stendere e piegare completamente la gamba e ho iniziato a correre lentamente. sono quindi tornato a visita (di ben 5 minuti ancora) e il dottore mi ha prescritto un antiinfiammatorio (arcoxia) dicendomi di riprendere gli esercizi e continuare con questo programma (corsa lenta e poi a mano a mano più veloce), dato che il ginocchio è ormai stabile ma il tono muscolare è insufficiente. ho preso le medicine.. ho iniziato a correre di nuovo lentamente e a rifare gli esercizi. ma nel correre provo dolore, soprattutto nella parte alta del ginocchio e a livello del tendine che sta dietro il ginocchio. ho sentito ancora un netto miglioramento.. ma ancora se corro sento gli stessi dolori e talvolta bruciore nella parte alta. mi sembra talvolta che il ginocchio non possa reggere lo sforzo. il dottore mi ha sconsigliato vivamente una ginocchiera.
ora mi rivolgo a voi.cosa devo fare per tornare a giocare? io mi sento che tornando a giocare mi possa far male di nuovo facendo appoggio sul ginocchio.
questi dolori sono normali? devo continuare a correre con questo programma? dovrei operarmi?dovrei portare una ginocchiera?

[#1]  
Dr. Francesco Forte

24% attività
16% attualità
12% socialità
SALERNO (SA)
PELLEZZANO (SA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Gentile amico le consiglio, dpo aver consultato nuovamente un medico dello sport o fisiatra di iniziare un programma di rieducazione motoria e propriocettiva, in centrato sul recupero della forza muscolare e della propriocettivita'.Ovviamente per fare questo non potrà fare da solo ma avrà sicuramente bisogno del'aiuto (almeno all'inizio) di un equipe di specialisti multidisciplinare (medico-fisioterapista-preparatore atletico)che elaborino un opportuno e graduale programma riabilitativo.
cordialmente
dr Francesco Forte
Dr. Francesco  Forte
Direttore Centro Scoliosi Salerno
Master in Ozonoterapia www.gruppoforte.it - www.scoliosisalerno.it

[#2] dopo  
Utente 145XXX

la ringrazio vivamente della risposta e del disturbo che si è preso.
volevo chiederle se può darmi un ulteriore consiglio più specifico sul medico, o fisioterapista che sia, a cui possa rivolgermi, dopo magari che lei gli abbia spiegato la mia situazione e le cure che dovrei affrontare.
in particolare se ha qualche collega cui io possa rivolgermi nell'agro-nolano (prov di NA). io vivo a Marigliano, un paese limitrofo sia a Pomigliano D'Arco, sia a Nola che ad Acerra per intenderci.
grazie ancora e mi scusi del disturbo.

[#3]  
Dr. Francesco Forte

24% attività
16% attualità
12% socialità
SALERNO (SA)
PELLEZZANO (SA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Egr nelle sua zona conosco il dr Andrea D'Alessndro, medico dello sport , provi a vedere a questo indirizzo http://www.agopuntura-tecar-dalessandroa.com/ per i suoi recapiti.
cordiali saluti
Dr. Francesco  Forte
Direttore Centro Scoliosi Salerno
Master in Ozonoterapia www.gruppoforte.it - www.scoliosisalerno.it