Utente 195XXX
Buonasera,
inizialmente mi scuso per il possibile errore nella collocazione della mia richiesta. Sinceramente non sapevo se fosse del ramo ortopedico e, essendo sportivo, ho scelto medicina dello sport(ho guardato i simili ma alcuni erano in oncologia, non mi sembrava il caso).
Io pratico pugilato e dopo l'allenamento con il sacco,forse colpito male, ho riscontrato un dolore/fastidio sito tra il muscolo dell'avambraccio e l'osso adiacente(per chiarezza:il muscolo è quello che,col palmo della mano rivolto verso l'alto, si trova all'interno, verso il busto). Non capisco se sia un tendine o un nervo e mi provoca fastidio quando tiro diretti destri e anche quando faccio pesi per il bicipite(quelli classici,palmi vs alto). Il dolore è a circa 3-4 dita dal gomito ma, massangindo la zona tra muscolo e osso con l'arnica, ho notato che si estendeva un pò a tutto l'avambraccio. Dopo il massaggio ho notato anche una sorta di lievissimo intorpidimento anche della zona esterna della mano, sotto il mignolo(compreso). Questo fastidio sembra sempre esser superato ma appena rinizio esercizi fisici ricompare e si riacutizza soprattutto quando faccio pesi per i bicipiti e mi sembra anche di perdere fermezza e potenza nella mano. Quando chiudo il pugno fortemente sento un pò di fastidio nell'avambraccio ma solo se ruoto il polso con il palmo della mano rivolto vs il basso e dopo aver "sretto", sento il braccio intorpidito. Prima che incontrassi questo fastidio già avevo notato una specie di pallina in quella zona,ma non sembra essere una ciste, sembra piuttosto un pezzettino di vena gonfia e in rilievo(ancheperchè è bluastra e morbida).
Mi scuso per la lunghezza ma volevo essere preciso sui sintomi e quanto più posso sulla teminologia. Vorrei chiedere un consiglio, ad esempio se può bastare una crema per tendini
ervi o altro, anche perchè (senza offesa per gli ortopedici,beninteso)l'ultima volta che sono andato da uno specialista per un male al tendine mi ha chiesto 300euro per dirmi di stare a riposo. Vorrei evitare perchè proprio non posso. Il medico della palestra mi ha detto di star tranquillo e a riposo e vedere se passa, però per esperienza so che questo genere di cose non si devono sottovalutare per gli effetti che in in futuro possono sorgere, essendo questi magari più gravi se non curati per tempo.E poi sinceramente il medico della palestra se non sanguini o urli non ti crede(Grande Benito!..però..).
La ringrazio molto per l'attenzione concessa al mio problema.
Buona giornata.
S

[#1] dopo  
160798

Cancellato nel 2016
Buonasera,
lei non è stato prolisso...ma super preciso!
l'utilizzo di creme antiinfiammatorie può alleviare il problema, ma dato che il fastidio è insorto dopo un trauna indiretto (mano su sacco) se il dolore sta perdurando si potrebbe approfondire la diagnosi eseguendo:
- rx gomito: per valutare capitello radiale
- ecografia della regione dolente per capire se realmente vi è in corso una tendinite.
naturalmente il riposo (dato il suo sport) è una indicazione vhe si deve accompaganre alla terapia,
per ogni dubbio, a sua disposizione

[#2] dopo  
Utente 195XXX

Buongiorno,
grazie per la celere e dettagliata risposta.
Proverò a stare a riposo e mettere creme e ghiaccio spray, il quale ho trovato di particolare aiuto.
Il dolore si è allieviato in questi giorni. E' simile a un trauma sul nervo del gomito (tipo spigolo-gomito), quando il dolore si estende dall'avambraccio fino al mignolo. Volevo solamente chiedere se può essere diverso l'approccio se si tratta di un infiammazione del nervo o un indurimento dello stesso, poichè non penso che un tendine dell'avambraccio mi possa provocare fastidio anche alla mano(ovviamente è solo un ipotesi).
Grazie ancora,
Buona giornata
S

[#3] dopo  
160798

Cancellato nel 2016
il riposo unito alla terapia antiinfiammatoria orale e locale dovrebbe dare i suoi frutti a breve.
se perdurasse il sintomo non esiti a contattare un suo medico di fiducia.
Cordiali saluti