Utente 209XXX
Gentili Dottori
- quanti minuti è opportuno che duri una seduta di ultrasuoni ( 10 - 15 - 20) ;

- qual'è la "migliore" intensità ( regolazione ) dell'apparecchio che diffonde gli ultrasuoni tra 0,1 e 1,3 per il trattamento di una tendinite del tricipite ( gomito del tennista);

-a quanti cicli di ultrasuoni è possibile sottoporsi;

che differenza c'è tra l'ultrasuono manuale e quello fisso.
Grazie di cuore

[#1] dopo  
Dr. Francesco Lofrano

24% attività
0% attualità
16% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Gentile utente,
quando il medico prescrive tp fisica indica tutte queste informazioni a chi esegue la terapia.
Sinceramente non le consiglio di utilizzare tali apparecchi autonomamente.
Saluti
Dr. Francesco Lofrano

[#2] dopo  
Utente 209XXX

Nel centro in cui mi sto sottoponendo a terapia il fisiatra che lo gestisce mi ha prescritto due cicli di ultrasuoni ( di 10 gg cadauno ) : la durata del trattamento è di 15 min a seduta e l'intensità dell'apparecchio è di 0.8.
Lo stesso fisiatra ha precisato che al termine non potrò sottopormi ad un terzo ciclo di ultrasuoni bensì dovrò osservare una pausa o, alternativamente, sottopormi ad un ciclo di laser.
Non faccio, dunque, un uso arbitrario dell'apparecchio; ma, nel campo delle libere professioni, ciascuno ha un diverso grado di professionalità dal quale spesso dipende la risoluzione del problema ( sono anch'io un libero professionista ).
Il quesito prospettato mirava semplicemente a verificare la correttezza dei "parametri suggeriti", dal momento che in precedenza altro specialista privato mi ha praticato infil-trazioni a base di cortisone che ( secondo quanto ho appreso successivamente ) sono addirittura controindicate nel caso di patologie che interessano i tendini.
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Francesco Lofrano

24% attività
0% attualità
16% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Gentile utente,
ora comprendo meglio lo scopo della domanda. Infatti sembrava il classico "consiglio" dell'utente che ama la terapia "fai-da-te".
Ogni tp fisica ha le sue indicazioni ed i suoi limiti. In base alla mia esperienza l'approccio del collega è corretto. Per quanto riguarda le infliltrazioni tendinee di cortisone...purtroppo ad un atleta non andrebbero effettuate a meno di condizioni particolarissime.

Saluti.

Dr. Francesco Lofrano