Utente 985XXX
Sono una donna di 48 anni da 2-3 anni ho scoperto di avere problemi di discopatie e scoliosi e l'ortopedico che mi segue mi ha prescritto una cura da fare ogni 3 mesi: neuraben cp e artaxan cp per 1 mese. In più nuoto che io già facevo.
Dalla RM effettuata il 23.11.10 risulta:
Cervicale: abolita la fisiologica lordosi con lieve atteggiamento in cifosi. Eventi disidratativi su base degenerativa dei dischi intervertebrali con riduzione in altezza degli spazi C5-C6 e C6-C7. Da C4 a C7 protrusioni discartrosiche a sede mediana paramediana, che contattano il parenchima midollare.Fenomeni di osteocondrite delle limitanti somatiche C5-C6. Normale il segnale del parenchima midollare.
Dorsale: accentuata la fisiologica cifosi.Artrosi intersomatica ed interapofisaria.Eventi disidratativi su base degenerativa dei dischi intervertebrali.Normale il segnale del parenchima midollare.
Lombosacrale: scoliosi destro-convessa;abolita la fisiologica lordosi. Fenomeni di artrosi intersomatica ed interapofisaria.Eventi disidratativi su base degenerativa dei dischi intervertebrali, con riduzione in altezza prevalentemente dello stazio L2-L3. Tra L2-L3 e, in grado maggiore, L4-L5 protrusioni circonferenziali; coesiste in L4-L5 piccola ernia intraforaminale sx. Tra L5-S1 modesto bulging a sede mediana.Normale il segnale del cono midollare e della cauda.
Vorrei aggiungere che da sempre ho praticato sport, da qualche anno oltre al nuoto (solo d'inverno), faccio delle lunghe camminate (6-7 Km) a passo molto veloce, ultimamente ho iniziato ad alternare al passo veloce anche la corsa molto leggera, ho acquistato anche una ellittica che la uso quando non posso uscire (25-30 minuti, seconda velocità) .Vorrei conoscere un vostro consiglio circa gli sport praticati e se posso comunque continuare con la corsa. Grazie di tutto.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
a distanza non è possibile ovviamente formulare una diagnosi perchè questa deve scaturire da una attenta visita e valutazione degli esami effettuati.
In ogni caso Lei non ci dice che tipo di sintomi ha e sofferma la sua attenzione sulla scoliosi che sembrerebbe su base antalgica, ovvero un tentativo di "allontanare" quell'ernia (L4-L5 sx?) dalla radice su cui verosimilmente appoggia e diminuire il dolore.
Anche a livello cervicale quanto sarebbe emerso è da valutare con attenzione, e per questo Le consiglio una visita diretta dallo specialista.

Cordialmente
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#2] dopo  
Utente 985XXX

Gent.mo dott. Migliaccio grazie per l'attenzione che mi ha dedicato. Vorrei dirLe che la visita dallo specialista (ortopedico) la faccio ogni anno. Lei mi chiede i sintomi, posso solo dirLe che non ho grandi disturbi, mi sento bloccata spesso a livello cervicale e che la scoliosi è su base genetica (in famiglia siamo 6 figli e tutti abbiamo lo stesso problema). La mia domanda è circa la possibilità di poter fare un po' di corsa o limitarmi solo al nuoto e alle camminate a passo veloce. L'ortopedico che mi segue lo vedo solo una volta all'anno e mi è molto difficile raggiungerlo per telefono, oltretutto io abito a Lecce e lui esercita la professione a Bologna.
Grazie ancora e Le auguro buon lavoro.