Utente 211XXX
Salve,
Sono un corridore costante da circa 3 anni, ma 2 settimane fa penso di aver strafatto senza essermi concesso neanche un giorno di pausa.In una settimana ho alternato continuamente calcetto e corsa dandomi un solo giorno di pausa.

La mattina successiva alla partita di calcetto mi sono accorto che poggiando il piede a terra avevo la sensazione di scaricare decisamente sul ginocchio.
Pensando fosse una questione psicologica quel giorno ho deciso comunque di andare a correre.Con le scarpe da corsa non sentivo eccessivi problemi.
Il disastro avviene il giorno dopo.
Al mio risveglio,su entrambe le gambe, ho la sensazione di avere i talloni gonfi in quanto,camminando,sento decisamente la sensazione di poggiare molto più del solito sul tallone.Faccio fatica a camminare.
L'unico sollievo mi è dato dall usare,anche in casa,le scarpe da corsa.
Dopo 2 giorni questa sgradevole sensazione ai talloni scompare lentamente e riesco a riprendere a camminare ma sempre con le scarpe da corsa.
Decido di stare fermo e non praticare nessun tipo di attività fisica.
Nonostante questo mi accorgo,sia durante l'arco della giornata ma particolarmente a letto prima di dormire, di avere le gambe sempre stanche e i muscoli contratti.In poche parole,andando a letto, sembra che le mie gambe abbiano sostenuto dell'attività fisica.
Questa sensazione,tutt'ora,non è del tutto scomparsa
6 giorni fa,ritenendo le mie condizioni migliorate, ho provato a fare una corsetta (4km) per valutare quali fossero le mie condizioni.L'esperienza è stata del tutto insopportabile.
Non avevo alcun dolore al tallone ma ogni volta che poggiavo il piede a terra sentivo scaricare tutte le sollecitazioni sulle ginocchia come non mai.
Tutti questi dolori/sensazioni sono particolarmente accentuati con scarpe non da corsa (tipo scarpe a suola piatte come le Converse) con le quali provo davvero fastidio e fatica.

Questo martedì(dopo quindi circa 10 giorni di stop) sono andato ad effettuare delle analisi del sangue per il CPK. I risultati riportano un valore pari a 827 su un max di 190.

Come è da valutare la situazione? Quando potrò riprendere l'attività sportiva?
Premetto che fino a prima che succedesse tutto questo mi allenavo almeno 3 volte a settimana correndo almeno 10km.
La sensazione di stanchezza e di gambe affaticate è diminuita rispetto ai giorni iniziali ma non del tutto cessata e tutt'ora faccio fatica a camminare con scarpe che solitamente usavo senza alcun problema.

Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Marco Fogli

24% attività
0% attualità
0% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
provi a fare un po di piscina a ritmi senza carichi eccessivi
meglio se acqua calda o termale tra i 30 e 34 °C
tra 7-8 giorni ripeta gli esami (almeno dopo avere osservato 24 ore di riposo assoluto da attività fisica)

un saluto
Dr. Marco Fogli

[#2] dopo  
Utente 211XXX

Ho ripetuto le analisi dopo 7 giorni nonostante non abbia avuto possibilità di fare piscina.Dopo una settimana di riposo i valori di cpk si sono assestati a 120.
Dice che possa essersi trattato di overtraining?
Posso riprendere l'attività sportiva?

La ringrazio anticipatamente

[#3] dopo  
Dr. Marco Fogli

24% attività
0% attualità
0% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Può riprendere senza problemi la sua attività sportiva, ma mi raccomando in modo graduale e progressivo, senza sovraccarichi (almeno in fase iniziale)
Controlli i suoi parametri ematici (esami del sangue) almeno 2 volte l'anno, ma si ricordi di eseguire il prelievo con 24-36 ore di riposo dall'allenamento..

Buon allenamento
Dr. Marco Fogli

[#4] dopo  
Utente 211XXX

La ringrazio infinitamente