Utente 296XXX
Salve,
Esattamente da 1 anno soffro di pubalgia. Pratico palestra e, fino ad un anno fa, giocavo a calcio dilettantistico. Ho iniziato sentendo dei leggeri fastidi agli adduttori la mattina appena sveglio, finchè, durante gli ultimi minuti di una partita di calcio ho iniziato ad accusare dei forti dolori ad adduttori e pube, che mi impedivano quasi di camminare.
Sono stato 5 mesi a riposo senza effettuare esami né terapie.
Il 1/12/2012 ho effettuato un'ecografia muscolare con il seguente referto:
Modesta regolarità della sinfisi pubica bilateralmente, maggiore a destra dove è presente iespessimento dell'inserzione del retto addominale. Bilateralmente, patologia inserzionale adduttoria, più evidente a destra. Non ernie inguinali. Regolare la testa fenorali bilateralmente, Non incremento della quota fluida coxo-femorale.
Mi hanno visitato colonna e bacino ed erano apposto.
Mi hanno prescritto circa 10 sedute di tecarterapia.
Ho iniziato a farle in un centro di tecarterapia ed esercizi posturali. Dopo circa 6 o 7 sedute, non avvertendo il minimo miglioramento, ho cambiato centro dove, oltre alla tecarterapia mi hanno praticato anche l'ipertermia. Queste terapie venivano applicate nella zona dell'osso pubico perchè è li che sentivo maggiormente dolore, sia al tatto che nel movimento. La tecarterapia l'ho fatta solamente per un paio di mesi, mentre sto ancora facendo l'ipertermia e ginnastica posturale. Ma sono passati 6 mesi, mentre alla visita iniziale, il proprietario del centro mi aveva assicurato che ne sarebbero bastati 2.
Ieri ho effettuato di nuovo l'ecografia muscolare con il seguente referto:
L'esame ultrasonografico della regione pubica non ha rilevato in corrispondenza della porzione dell'arcata lesioni di significato ecografico. Come illustrato in un precedente esame portato in visione appare una rarefazione legamentaria della porzione adduttoria bilaterale con maggiore interessamento a destra.
Il medico (un medico dello sport) che ha svolto l'esame mi ha detto che con non più di 5 sedute di tecarterapia, svolta però sugli adduttori e non sull'osso pubico, dovrei guarire completamente.
Oggi sono andato da un ortopedico e la sua diagnosi, dopo una visita di 30 secondi scarsi, è stata "Vai da mio padre che fa l'osteopata, sono 80 euro a seduta, la tecar e l'ipertermia servono solo a rubare soldi".
Ora, io 1 anno fa mi svegliavo tutte le mattine con i dolori e non potevo neanche correre. Ora sento dolore sull'osso pubico quando effettuo dei movimenti improvvisi e repentini e al tatto. Sento scrocchiare come con le nocche della mano. Se salto 1 settimana di ipertermia riavverto i primi dolori la mattina. Se gioco a calcio (ho ripreso sotto consiglio del fisioterapista), una volta scaldato, non sento assolutamente nulla. Però è passato 1 anno e non vorrei fare terapie a vita (ho speso una fortuna). La situazione è stazionaria da mesi.
Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Poiché non ha ricevuto risposte in questa area Le consiglio di provare a ripostare con il copia incolla ANCHE in area ORTOPEDIA.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com