Utente 228XXX
Salve a tutti, vi descrivo in breve la mia esperienza.
Gioco a calcio a livello amatoriale e durante un'amichevole nell'effettuare uno scatto ho sentito tirare nella zona del bicipite femorale, la cosa però non mi ha costretto a lasciare il campo alchè ho continuato la partita fino alla fine del primo tempo.
La mattina dopo ho continuato ad avvertire del fastidio nella zona interessata che mi ha costretto la domenica stessa a non giocare.
La settimana dopo ho fatto degli allenamenti leggeri perchè sentivo meno fastidio e la domenica dopo ho affrontato una gare importantissima (senza problemi) ma verso la metà del secondo tempo in un movimento ho sentito di nuovo il fastidio e senza rischiare ho chiesto subito cambio.
Mi sono fatto vedere dal fisioterapista della mia squadra che ha subito affermato che si trattava di Lesione.
Mi sono fermato per un mesetto circa e il 4 Marzo ho fatto un'ecografia con referto:
"L'ESAME ECOGRAFICO HA MESSO IN EVIDENZA AREA IPOECOGENA DI 10MM, SUPERFICIALE, A CARICO DEL BICIPITE FEMORALE, DA ESITI DI LESIONE DI I°.
INDENNE LA FASCIA MUSCOLARE.
ASSENZA DI RACCOLTE FLUIDE."

Ho iniziato da martedi a fare un po di corsetta intorno al campo, e devo dire che il dolore che sentivo all'inizio non c'è ma in compenso sento molto fastidio nella zona interessata quando inizio ma appena aumento un pò il ritmo lo sento di meno o non lo sento proprio più.

La mia domanda è posso continuare con la corsetta leggera? Il 29 ho una finale a cui devo prendere assolutamente parte.

Grazie per ogni eventuale consiglio datomi.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le consiglierei di ripostare anche in area ORTOPEDIA

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com