Utente 409XXX
Buonasera, sono un ragazzo di 30 anni e da sempre pratico sport di movimento, calcio in primis, a livello amatoriale. A settembre 2015, dopo degli allenamenti di corsa su sterrato come preparazione precampionato di calcio , ho iniziato ad avvertire dei fastidi nel basso addome lato destro, nell'intersezione pubica. Questo dolore mi è comparso dopo che ho fatto 5 giorni di corsa continuativa, poi 2 giorni di stacco e poi altri 2 giorni. Premetto che non mi allenavo da circa 8 mesi, ma una volta a settimana ho sempre giocato a calcetto senza mai avvertire questo dolore, pur facendo sforzi fisici come scatti e cambi direzione senza alcun problema. Il dolore lo avvertivo durante l'allenamento, ma molto di più a riposo, soprattutto la notte quando ero sdraiato a letto o la mattina appena sveglio. Ho consultato un ortopedico e due fisioterapisti, che mi hanno diagnosticato una probabile pubalgia cronica.
Ho iniziato un trattamento di fisioterapia per disinfiammare la parte ed effettuare un pò di potenziamento muscolare, e dopo 2 mesi di trattamento, alla scomparsa totale del fastidio, sono tornato a correre in modo molto leggero. Dopo 10 minuti di corsetta il dolore è ritornato, in maniera molto intensa. Ho contattato allora un altro specialista in posturologia, il quale mi ha fatto fare del potenziamento a livello della colonna vertebrale e sbloccare il bacino, visto che ero un pò contratto. Non ha notato però alcuna dismetria a livello della colonna. Nel contempo ho fatto potenziamento di addome, dorsali e gambe. Dopo circa 40 giorni di trattamento i fastidi erano spariti del tutto, ed allora ho provato nuovamente a riprendere a correre. Ho corso prima 5 volte ( con un giorno di distacco tra le sedute) su un tapis roulant, e non ho avvertito nessun fastidio, neanche dopo a riposo. Ho allora fatto 2 sedute di corsa blanda su campo in terra e non ho avvertito nessun dolore, correndo SEMPRE in linea retta. Alla terza seduta ho provato ad effettuare delle curve molto larghe, ed immediatamente ho iniziato ad avvertire un pò di fastidio. Il giorno dopo il dolore è ricomparso in maniera intensa come la prima volta che l'ho avvertito. Adesso da circa 2 mesi non sto eseguendo più alcuna terapia fisica, anche perchè molto sconfortato, e con il riposo non avverto alcun dolore. Mi capita però che, non appena faccio dei movimenti particolari, o accenno una minima corsetta, o carico il peso sulla gamba destra, o sforzo gli addominali bassi, subito avverto un pizzico che poi diventa bruciore nella parte destra. Anche se forzo l'adduttore avverto un forte dolore. Vorrei chiedervi, alla luce di questo, secondo voi quale strada devo intraprendere per poter provare a guarire? Sapete indirizzarmi da qualche specialista che tratta queste patologie per giovani sportivi? Io vorrei tornare a poter giocare a calcio, giusto per divertimento, o quantomeno a correre, cosa che adesso mi risulta impossibile anche per poche decine di metri. Io abito in provincia di Messina. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se non ricevesse risposte un questa area Le consiglierei di ripostare ANCHE in area ORTOPEDIA

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com