Utente 410XXX
Buongiorno, sono un podista di 36 anni. Dopo un allungo in allenamento ho sentito fitta (sensazione nervo che si accavalla)a livello della rotula e diffuso verso parte esterna.(zona bandletta i.tibiale) Dall'episodio sempre dolore durante fase riscaldamento e post seduta (dolore importante nello scendere le scale) Dopo un mese di stop assoluto nel tentativo di ripresa sportiva avvero dolore importante dopo pochi minuti. Risentimento anche sotto la rotula e verso la tibia. Se eseguo stretching della fascia lata appena termino seduta avverto fitta nella parte indicata per qualche decina di secondi.
Effettuata risonanza magnetica da cui si evince:
Rotula in asse.
Lievemente assotigliata ed a superficie irregolare la cartilagine del rivestimento del condilo femorale esterno.
In corrispondenza della tibia e del femore si apprezzano alcune aree ipointense delle dimensioni max di 10mm circa da riferire ad aree di ossificazione (fibromi ossificanti?)
Calcificazioni sotto e laterorotulee.
Regolare morfologia ed intensita' di segnale delle fibrocartilagini meniscali, dei tendini e dei legamenti crociati e collaterali.
Lieve borsite prerotulea, infra e sottorotulea profonda.
Imbizione del punto del punto d'angolo postero esterno.
Modico versamento articolare; minima distensione fluida della guaina comune dei tendini gastrocnemio e semimembranoso.


Vi ringrazio molto se avete la pazienza di leggermi.Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non ricevendo risposte Le consiglierei di ripostare ANCHE in area ORTOPEDIA.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Dr. Giuseppe , Christian De Sanctis

28% attività
20% attualità
16% socialità
PESCARA (PE)
CIVITELLA CASANOVA (PE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2015
CON I LIMITI DI UN CONSULTO A DISTANZA

Gentile utente,
potrebbe trattarsi di una Sindrome femoro-rotulea conseguente all'allungamento di cui sopra,in concomitanza è presente anche una borsite con lieve versamento!È necessario che la diagnosi sia fatta da un medico specialista, che dopo aver controllato la storia clinica, esamini il ginocchio cercando l’esatta localizzazione del dolore e del gonfiore per stabilire poi un trattamento adeguato!Cordialità!
dr.Giuseppe DE SANCTIS-Pescara
Specialista in Medicina Generale
Esperto in Omeopatia-Omotossicologia-Fitoterapia