Utente 430XXX
Buongiorno,
Vi scrivo perché non riesco a identificare un problema di irrigidimento ai tibiali che mi si presenta praticando la corsa.
Escludendo la capisti a provato ti o appoggio plantare errato cosa può scatenare questo fenomeno invalidante? Può avere origini neurologica o vascolare? Qual è il miglior approccio terapeutico? Nonostante il totale riposo di 3 settimane dalla corsa mi si è ripresentato puntuale al primo tentativo di corsa blanda.
La conseguenza post corsa è astenia muscolare simile alla sindrome delle gambe senza riposo.
Ho terminato la terapia per helicobacter con un mese di pantoprazolo a 40 mg al giorno.
Può aver influito sul recupero muscolare? Perché ho avuto dolori vari tra cui veniva coinvolta anche la zona lombare e stipsi. Attendo un Vostro consulto e vi ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non ricevendo risposte in questa area Le consiglierei di ripostare ANCHE in area ORTOPEDIA

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com