Utente 436XXX

Salve dottore,

vorrei chiedere un piccolo consulto riguardo una situazione Un po' strana, cercherò di essere più breve e conciso possibile.
Ho 20 anni e pratico palestra da quando ne avevo 16. Nel marzo 2016 un giorno mi venne un'infiammazione al tendine del sovraspinoso della spalla destra, 2-3 mesi di fisioterapia e l'infiammazione guarì (nella RM così risultò) Cominciai in estate la riabilitazione in palestra con il fisioterapista e piano piano ricominciai la mia normale attività con i pesi, anche se sentivo comunque che qualcosa non andava alla spalla e al braccio destro, come una sensazione di pesantezza.


Verso dicembre quando cominciai ad alzare i carichi, questo fastidio peggiorò con tanto di collo gonfio e rigido, così interruppi l'attività con i pesi. A questo punto decisi di andare da un osteopata pensando fosse un problema posturale. Con l'osteopata ho ottenuto ottimi risultati: scomparsa almeno del 90% della sensazione di formicolio al braccio e alla spalla, risoluzione di varie contratture alla schiena. Nonostante ciò, rimaneva una certa sensazione di rigidità nella parte destra del collo, così decisi di farmi una una lastra e una RM per escludere protrusioni e ernie. Il risultato è stato negativo, perciò, dopo un mese e mezzo di inattività, oggi ho deciso di ritornare in palestra per ricominciare nuovamente.
Il collo ha risposto molto bene all'attività (molto leggera) con i pesi, ma una volta tornato a casa ho sentito una leggera sensazione di pesantezza al braccio, così mi sono un attimo spaventato pensando al peggio, come ad esempio problemi al cuore, un nervo strozzato, anche perché avendo effettuato due risonanze e vari controlli specialistici non è mai risultato nulla, quindi ora non saprei veramente dove mettere le mani.

Venerdì andrò da una rinomata fisiatra e sentiamo cosa mi dice, voi cosa ne pensate? Io onestamente avendo 20 anni vorrei godermi la vita è allenarmi come un normale ragazzo senza acciacchi e acciacchetti, non saprei proprio più che tipo di visite fare, se venerdì non si risolve nulla penso di arrendermi, è un anno che lotto con questo tipo di problemi.

Vi ringrazio della vostra attenzione e perdonatemi in anticipo se in alcuni concetti non mi sono espresso correttamente.

[#1] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Gentile utente,
raccomando a tutti estrema cautela nell'iniziare un lavoro di potenziamento muscolare in palestra se non prima ci si sottopone ad una visita medicosportiva per una valutazione cardiologica e/o fisiatrico-ortopedica di base che possa derimere dubbi che possono trasformarsi successivamente in malanni fisici.
Venendo al suo problema, il sovraccarico della cuffia dei muscoli rotatori della spalla è il classico accidente che viene se si chiede troppo al proprio organismo. Mi sembra, comunque, che sia guarito.
L'attività in palestra del body building, provocando una ipertrofia generalizzata della muscolatura provoca, purtroppo, anche una variazione delle curvature della colonna vertebrale (raddrizzamento della lordosi cervicale ed iperlordosi lombare sono una costante dei body builders) e questo, alla lunga provoca il senso di formicolio (parestesie) all'arto interessato per l'irritazione dei nervi del plesso brachiale (dal tratto cervicale della colonna vanno all'arto e lo innervano fino alle mani) per la compressione delle radici intervertebrali.
L'essersi affidato al fisioterapista-osteopata conferma la bontà del lavoro fatto anche e soprattutto per l'eliminazione delle contratture muscolari prodotte dal lavoro in palestra.
Gradualizzi il ritorno in palestra, si faccia seguire da un trainer capace e non dimentichi di fare stretching di tutta la colonna.
Spero di esserLe stato utile.
Cordiali saluti
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it

[#2] dopo  
Utente 436XXX

Gentile Dr, Gianpaolo Sardo la ringrazio per la sua risposta ed i suoi utilissimi consigli, credo inoltre che lei abbia centrato appieno il punto. Sono appunto stato due settimane fa da questo fisiatra e medico dello sport il quale, dopo aver visto tutti gli esami strumentali (rm spalla/rm cervicale) ed avermi valutato tramite test specifici, mi ha rassicurato dicendomi che solo un po' di rigidità sul collo e che posso allenarmi tranquillamente ma ponendo particolare attenzione allo stretching e agli esercizi per la cuffia dei rotatori. Mi ha detto che mi farebbe bene andare dall'osteopata una volta al mese. Dopo aver fatto di tutto, ma le giuro di tutto e di più, devo arrendermi al fatto che provabilmente sono reazioni fisiologiche del mio corpo per sforzi sbagliati con i pesi, ergo devo allenarmi facendo anche molta mobilità è molto stretching. In tal senso consideravo l'ipotesi di allenarmi interamente a corpo libero, con la sbarra e le parallele, lei cosa ne pensa? Otterrei più risultati in termini di mobilità e il rischio di protrusioni o ernie sarebbe bassissimo, la ringrazio ancora dottore.