Utente 111XXX
Buongiorno dottore,

da oltre due mesi, ho un problema al ginocchio sinistro che si presenta ogni qual volta pratico attività tennistica (salti, spostamenti rapidi laterali).
In particolare, avverto una instabilità nella parte superiore della rotula, come se qualcosa tendesse ad uscire dalla sua sede. Mi lascerebbe pensare al tendine del quadricipite.
Ho già avuto un incontro con un fisioterapista che, con opportune manovre, avrebbe escluso cause legate a menischi o legamenti applicandomi taping chinesiologico, consigliandomi esercizi mirati per rinforzare i muscoli interessati, l'uso di una fascia protettiva infrapateĺlare durante l'attività sportiva e l'applicazione di ghiaccio al termine della stessa.
Con il passare dei giorni, purtroppo, non riscontro miglioramenti.
Vorrei gentilmente sapere come procedere anche perchè vorrei sospendere il meno possibile la mia attività sportiva.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Fulvio Di Cosmo

24% attività
0% attualità
8% socialità
PORDENONE (PN)
CONEGLIANO (TV)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2004
Buongiorno.
Per quanto lei descrive il suo problema è legato ad una instabilità di rotula.
L'approccio fisioterapico mi sembra corretto in prima battuta, Ma richiede tempo ed impegno per dimostrare efficacia.
Quello che le posso consigliare è di insistere con gli esercizi:
Rinforzo del vasto mediale
Stretching di retto anteriore, ischio-crurali, surali.
Non guasterebbe una riduzione ponderale.
Dr. Fulvio Di Cosmo
Specialista in
Ortopedia, Chirurgia vascolare, Medicina dello sport.
già AMA1 Patologia Vertebrale

[#2] dopo  
Utente 111XXX

Buongiorno dottore,
la ringrazio per la sua cortese risposta.
Devo dire che sto svolgendo 2/3 volte a settimana esercizi di rinforzo dei muscoli della gamba sx e, cosa un pò strana, nelle ore successive a tali pratiche avverto, in forma più attutita, quei sintomi presenti nell'attività sportiva.

Ad ogni modo, ho effettuato RMN al ginocchio e questo è il referto:
-minima falda fluida in sede sovra-rotulea e intercondilinea;
-non evidenti alterazioni morfologiche e dell'intensità del segnale a carico del legamento crociato posteriore, dei legamenti collaterali e del tendine rotuleo;
-esile ma evidenziabile lungo il suo decorso il legamento crociato anteriore;
-regolare aspetto del corpo adiposo di Hoffa;
-fenomeni di sovraccarico del compartimento femoro-tibiale interno con minima disomogeneità delle cartilagini femoro-tibiali;
-iniziali fenomeni meniscosici del menisco mediale con disomogeneità maggiore del corpo-corno posteriore;
-minima distensione fluida delle guaine sinoviali dei gruppi muscolo-tendinei postero-mediali.

Cosa ne pensa?
Cordialità