Utente 377XXX
Mercoledì ho avuto una lussazione della rotula al ginocchio destro mentre lavoravo, ho messo il peso tutto sulla gamba destra e all'improssivo ho avuto la lussazione e sono successivamente caduta a terra, ho ridotto la lussazione immediatamente e sono andta in PS. Premetto che ho un leggero vagismo delle ginocchia.
Il referto della risonanza magnetica è il seguente (-> lo traduco dal tedesco, è successo a Berlino dove lavoro)

Articolazione femoro-tibiale regolare.
Edema del midollo osseo circoscritto del condilo femorale laterale,nelle parti ventrale e laterale con impressione corticale minima.
Corrispondente al bordo mediale della rotula caudale edema circoscritto post-contusionale del midollo osseo.
Nessuna separazione di un frammento osteocartaginoso più grande.
La rotula è leggermente lateralizzata quando esaminata sdraiata con la gamba estesa.
Il retinacolo mediale è rotto, infiammato (eingeblutet) e allungato.
Il retinacolo laterale e legamenti collaterali intatti.
Crociato e menisco regolari.
Chiaro versamento articolare e bassa emorragia nel corpo grasso di Hoffa.
Lievi emorragie nei tessuti molli peri-articolari sono enfatizzate lateralmente.
Nessuna prova di un corpo articolare libero.

Risultato: condizione dopo lussazione della rotula con zona del trauma tipica sul condilo femorale laterale e sul contorno della rotula caudale mediale.
Rottura del retinacolo mediale.
Versamento articolare significativo e emorragia periarticolare.
Nessuna evidenza di lesione dei menischi collaterali o del crociato.

Alla luce di questo referto e considerato che ho dolore e non riesco a piegare il ginocchio, che trattamento sarebbe previsto per ua rottura del retinacolo mediale?
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Gentile utente,
a prescindere da qualche problemino, certamente di traduzione dal tedesco all'italiano, quello che è chiaro è che il valgismo del ginocchio, la caduta ed la conseguente lesione-rottura del retinacolo mediale della rotula hanno creato una situazione dalla soluzione non semplicissima. Il retinacolo mediale dellla rotula, insieme a quello laterale ed ai muscoli vasto mediale e vasto laterale (parte del quadricipite femorale) rappresentano i veri stabilizzatori della rotula che nel movimento di flesso-estensione della gamba sulla coscia, mantengono in asse la rotula nella doccia anatomica tra i due condili femorali. Sembra difficile ma non lo è; l'angolo esterno tra femore e tibia-perone, porta fisiologicamente la rotula a lussare verso l'esterno. Nel caso di una insufficienza del quadricipite il movimento si accentua e notoriamente si sente il "tac" della rotula che in estensione rientra nella doccia femorale. La sua struttura fisica mi dice che lei non fa tanto sport e questo, ovviamente peggiora la situazione. Nulla di grave ma dovrà applicarsi in prima persona per eliminare o limitare al massimo il fastidio. Premesso che la rottura del retinacolo imporrebbe una soluzione chirurgica, cominciamo con una giusta terapia per ridurre l'edema al ginocchio: Usi un integratore a base di Bromelina (fibrinolitico) a stomaco vuoto ed un antinfiammatorio (FANS) a stomaco pieno. Borsa del ghiaccio 3 volte al giorno per 30 minuti alla volta. Se non si desidera andare dal chirurgo ortopedico, si può ovviare con il giusto potenziamento del quadricipite con esercizi che potrà fare a casa oppure in palestra seguita possibilmente da un personal trainer. L'esercizio più semplice è lo "squat" che può fare in casa, in palestra potrebbe integrare con la leg extension o con la leg press ma sempre seguita da un tecnico. Dopo ogni seduta applichi il ghiaccio per 30 minuti per spegnere qualsiasi velleità infiammatoria del suo ginocchio.
Spero di esserle stato utile.
Cordiali saluti.
Dr. Gianpaolo Sardo
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it

[#2] dopo  
Utente 377XXX

Grazie per la risposta Dr. Sardo, ieri sono stata visitata dal chirurgo qui a Berlino, il quale si occupa tra l'altro degli " Unfall" gli incidenti;
mi ha consigliato un periodo di riposo fino al 25.05, ha optato quindi per una terapia conservativa, per poi rivedere il legamento e constatare se si è ripristinato da solo o se effettivamente bisogna intevenire, " ma di questo ne parleremo il 25" disse ieri.
Non mi ha prescritto nulla, ma sto comunque assumendo io una compressa di ibuprofene da 400 dopo pranzo e dopo cena, cercherò senz'altro l'integratore che lei mi ha consigliato e il ghiaccio lo sto effettivamente già applicando da una settimana.
Spero vivamente di far bene, lei dice che per un ostetrica un'incidente del genere potrebbe in qualche modo compromettere o limitare il lavoro in futuro?

[#3] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
gentile utente, la terapia conservativa, come ho specificato nella prima risposta, la deve decidere lei, non il chirurgo. I mezzi per ovviare a questa lesione ci sono e sono validi. Lieto di sapere che lei è una ostetrica. Per il suo lavoro sono indispensabili le mani. Un ginocchietto malandato non è certo un problema.
Cordiali saluti.
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it