Utente 101XXX
Salve,
sono un ragazzo di 24 anni che ha sempre giocato a pallavolo a livello agonistico e ,come capita spesso a chi pratica questo sport ,ho periodicamente dovuto combattere con i dolori alle ginocchia.Purtroppo pero' negli ultimi 2 anni sono stato fermo per cui sono ingrassato di circa 7 chili e avendo fatto poco movimento mi sono arruginito nei movimenti .Cosi' quest' anno quando sono stato chiamato da una squadra per tornare a giocare,dopo aver accettato, ho incominciato ad allenarmi come se non fossi stato 2 anni fermo.La conseguenza e' stata che gia' dalla sera del primo allenamneto iniziavo ad avvertire fastidi alle ginocchia che pero' al mattino quasi sparivano.
Questa situazione percio' non mi preoccupava piu' di tanto, perche' mi sembrava che un riscaldamento fatto bene alla fine riuscissi a mantenermi .
Adesso pero' ormai da 2 settimane il problema e' peggiorato; inizilamnete ho iniziato ad avvertire delle fitte al momento in cui col ginocchio piegato scaricavo il mio peso su di esso ,( per esempio al momento dello stacco per attaccare)ora da ormai 3 giorni sempre mantentendo gli stessi fastidi ho notato che il ginocchio e' gonfiato notevolmente e lo sento caldo.
Per essere piu' preciso nella prima fase avvertivo delle fitte ,con conseguente perdita del controllo del movimento, nella parte posteriore del ginocchio sia all'esterno che all'interno,adesso il bruciore che e' incominciato da 3 giorni mi prende tutto il ginocchio.Ho avvertito inoltre che quando faccio alcuni movimenti non flessori mi scatta,nel senso che avverto un <<crak>> in quella zona.
Nel frattempo sto mettendo sia ghiaccio che voltaren pomata. Ovviamnete non misto allenando .
La particolarita' e che nel primo periodo quando iniziavo ad notare che le cose stavano peggiorando ,allenandomi senza saltare riuscivo a non riscontrare fastidi.
Infatti se correvo il problema non si presentava, era al momento in cui iniziavo a saltare ,nel momento finale dello stacco, che avvettivo le fitte.
Vi prego di darmi un vostro parere su cosa voi pensaate possa essere e quali controlli mi consigliate per approfondire il problema.
grazie

[#1]  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Molto probabilmente si tratta di un fenomeno infiammatorio, ma una diagnosi deve essere fatta dallo specialista con un esame clinico e l'esecuzione degli esami necessari (radiografia, ecografia ...).
Ti consiglio di non perdere ulteriore tempo e di rivolgerti subito al medico per un esame approfondito delle tue ginocchia.
Dottor Sergio Lupo
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com

[#2]  
Dr. Mauro Ranieri

24% attività
0% attualità
0% socialità
TAGLIACOZZO (AQ)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
sono d'accordo con il collega che possa trattarsi di un problema infiammatorio(vedi edema del ginocchio)che può essere scatenato anche dai traumi del salto,tuttavia è opportuno eseguire esami approfonditi anche di laboratorio oltre che strumentali ed ad un esame obiettivo che è fondamentale
dr.mauro ranieri
mauro ranieri