Utente 240XXX
Gentili amici, sono disperata, chiedo aiuto qui in questo forum perchè da sola non sono riuscita a combinare un bel niente. Mi chiamo ******, ho 43 anni, sono di Treviso. La storia: il giorno 2 agosto scorso sono stata operata all'ospedale di ************ per un presunto grosso meningioma, rivelatosi poi una metastasi cerebellare del seno.
L'intervento è riuscito bene e mi si è raccomandato di consultare un oncologo per le cure successive. Ma il problema è un altro: io dal giorno dell'operazione non riesco più di scrivere con la penna, scrivo molto lentamente e con una calligrafia da bambino di 1 elementare, non riesco di parlare velocemente, spesso dico una cosa al posto di un'altra, le labbra si piegano in obliquo, davanti alla tastiera di un computer stesso problema, movimenti lentissimi, battiture errate, lo stesso anche fare i conti con una calcolatrice da tavolo. Tutti i movimenti veloci sono inibiti, compreso sbattere delle uova per una frittata. La Dott ********* mi disse allora che tutto si sarebbe sistemato con il tempo e non mi ha prescritto ne dato indicazioni per una terapia riabilitativa. Una volta dimessa ho affrontato il problema oncologico ma ora io cosi non riesco di lavorare, visto che sono un'impiegata amministrativa. A fine novembre mi sono fatta fare dal medico di famiglia l'impegnativa per una visita fisiatrica e logopedista presso l'ospedale di ******, ma in due mesi non hanno concluso nulla.
Qui a ****** è un casino. Ho fatto solo visite, hanno escluso problemi alle corde vocali, si sono accorti che ho problemi alle articolazioni della bocca e del polso, ma ancora niente terapie. Oggi ho avuto l'ennesimo incontro con il logopedista e ho terminato, mi ha solo detto di fare le parole crociate e di leggere una pagina di un libro al giorno ad alta voce. Ho chiesto per la nuova visita fisiatrica e mi hanno detto che mi chiameranno fra un mese! Così non posso andare avanti, in un settore dove è il tempo a fare la differenza io ho già lasciato passare 6 mesi. Ho girato da uno sportello all'altro per nulla.
SONO DISPERATA perchè non posso lavorare, non so come muovermi, ho cercato un po' in internet ma non ne ho capito molto. Ho trovato l'Ospedale Riabilitativo di Motta di Livenza che porta questo nome ma non so di cosa si occupano e come.
Vi sarei grata se qualcuno mi sapesse indicare la strada giusta, il nome di una clinica dove magari passare un periodo di degenza riabilitativa, essere seguita con la giusta professionalità o qualsiasi altra informazione utile.
Grazie infinite

[#1] dopo  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Gentile signora lei deve fare un intenso programma riabilitativo basato su vari settori: motorio, logopedico, ergonomico ecc.ecc.;
L' Ospedale riabilitativo che lei cita di Motta di Livenza, che rappresenta un fiore all’occhiello della Riabilitazione in Veneto, potrebbe essere un punto di riferimento vicino per lei e che le consiglio di frequentare.
Cosi come di alta eccellenza è L'ospedale di Riabilitazione San Camillo sito in Venezia Lido .
Altresì un altra struttura importante, in zona, però in Friuli, è La Divisione di Riabilitazione dell' Ospedale Gervasutta di Udine.
Cordiali saluti










alessandrocaruso.me@katamail.com
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#2] dopo  
Utente 240XXX

Grazie di cuore gentile Dottor Caruso, non mancherò di contattare l'Ospedale di Motta di Livenza.
Grazie ancora.