Utente 459XXX
Gentile Dottore il 17 ago riportavo frattura del calcagno (esito Tac fr. poliframmentata con infossamento del talamo, interessa tutto il corpo calcaneare e raggiunge entrambe le superfici articolari per l’astragolo e il cuboide) . La frattura e’ stata trattata in modo conservativo per 37 gg con divieto di carico. Ieri alla rimozione del gesso il dottore mi ha detto che vi ò un accenno di formazione di callo osseo .dovrò proseguire con il divieto di scarico per altri 20 gg ma senza gesso al fine di mobilizzare la caviglia e poi carico sfiorante al 10% consigliata magnetoterapia e piscina dove poter camminare in acqua
quello che volevo chiederLe è:
1 e’ normale che al 37 gg il piede sia ancora tutto livido e gonfio?
2 visto che dovrò eseguire un carico sfiorante suppongo che dovrei rivolgermi in un centro dove facciano idroterapia ( avrei paura e sinceramente lo ritengo pericoloso andare in una qualunque piscina) solo che nella mia zona non c’e. Mi può dire se la classica fisioterapia puo’ sostituire la piscina?
3 Posso considerare di riprendere la guida quando inizierò il carico sfiorante?
Mi scuso sin d’ora se le mie richieste potranno sembrare banali
Ringraziandola le porgo distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Andrea Malvicini

24% attività
0% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
GENTILE UTENTE E' NORMALE CHE DOPO UNA FRATTURA DI CALCAGNO IL PIEDE SIA GONFIO ,
DEVE INDOSSARE UN ACALZA A GAMBALETTO BEN CONTENITIVA DALLA MATTINA ALLA SERA PER ALMENO DUE TRE MESI ANCORA .
NON VI E' NESSUN OBBLIGO ALLA TERAPIA IN ACQUA MA INVECE DEVE ESEGUIRE DELLA FISIOTERAPIA SIA PER RECUPERARE UN NORMALE MOVIMENTO DELLA CAVIGLIA, DEL PIEDE , UN CORRETTO CARICO E UNA NORMALE DEAMBULAZIONE .
NON PENSO CHE SIA IN GRADO DI GUIDARE ALLA RIPRESA DEL CARICO SFIORATO AL MENO CHE GUIDI UN AUTO CON CAMBIO AUTOMATICO CHE PUO' FACILITARE LA GUIDA .
A DISPOSIZONE
Dr. ANDREA MALVICINI

[#2] dopo  
Utente 459XXX

Buongiorno Dottore , anzitutto la ringrazio per la risposta .
penso pertanto che mi rivolgerò ad un buon centro fisioterapico in zona .
Il piede coinvolto è il destro quindi non avrei problemi di frizione ma solo di acceleratore e freno, dove penso che la forza da esercitarsi sia minore ma questo lo chiedo a Lei....per me e' molto importante anche perché significherebbe la ripresa del lavoro e la possibilità di recarmi autonomamente a fare fisioterapia.
Ringraziandola ancora
Distinti Saluti

[#3] dopo  
Dr. Andrea Malvicini

24% attività
0% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
Gentile utente penso che se è cosi possa tranquillaemte guidare con un po' di attenzione
a disposizione
Dr. ANDREA MALVICINI

[#4] dopo  
Utente 459XXX

Buongiorno dottore , la ringrazio della risposta.
un ultima cosa, poiche' l'ospedale non mi aveva dato indicazioni in merito ho gia preso contatto con un centro fisioterapico scelto (non avendone mai avuto bisogno prima) in base alla vicinanza da casa.La domanda che Le rivolgo e' questa :devo consultare un fisiatra prima di andare a fare fisioterapia per avere un programma chiaro di riabilazione oppure posso bypassare.....le chiedo questa cosa perchè diverse persone mi hanno detto che sarebbe meglio
Ancora grazie per la sua disponibilità.

[#5] dopo  
Dr. Andrea Malvicini

24% attività
0% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
secondo me è meglio se prima esegue una visita specialistica fisitriaca .
a disposizione
Dr. ANDREA MALVICINI