Sovrappeso, osteopenia, ernia iatale, ipertensione

Buongiorno. Sono una donna di 53 anni in menopausa da 10. L'anno scorso facendo una moc mi è stata diagnosticata una osteopenia. La menopausa, che è arrivata intorno ad i 40 anni e che non è stata trattata con terapie ormonali in quanto mia madre aveva avuto un tumore al seno, mi ha anche portato ad un innalzamento della pressione "minima" intorno ad i 90-130 (la mia pressione standard è sempre stata 80 120). Durante la seconda gravidanza (16 anni fa) insorse una ernia iatale che l'anno scorso mi è stata diagnosticata come grave da una gastroscopia effettuata in anestesia generale. Sono in sovrappeso. Mi sono stati assegnati i seguenti medicinali: coversyl, dediol e pantorc. Ovviamente so già che dovrei dimagrire ma non riesco a trovare un equilibrio alimentare (due anni fa ero dimagrita di 20 kg togliendo completamente dolci, latte e derivati). Poiché sto prendendo il pantorc da almeno 5 mesi ho provato a toglierlo con il risultato che poi non posso mangiare nulla di sodo (per es mela, finocchio, insalata etc) ma solo alimenti evidentemente più facili da digerire (yogurt e cibi frullati in genere). Vorrei avere delle indicazioni alimentari da seguire che tengano conto di tutta la mia situazione complessiva. Preciso che faccio l'impiegata e per 8 ore al giorno sono seduta dietro ad una scrivania fuori casa. So anche di dover eseguire attività fisica ma non sono costante nel tempo.
Ringrazio per l'attenzione.
[#1]
Dr. Stefano Spina Chirurgo generale, Colonproctologo 12,5k 251 8
Sarebbe il caso che si rivolgesse direttamente ad un dietologo, perche' nel suo caso la riduzione di peso assume a questo punto una importanza prioritaria. Puo' leggere intanto qualcosa sull'ernia iatale cliccando sul seguente articolo: https://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-generale/112-ernia-iatale-e-reflusso-gastro-esofageo.html
Cordiali saluti

dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
Volevo ringraziare per la sollecita risposta. Immagino che non sia questa la sede ma saprebbe indicarmi un dietologo serio (a Roma andrebbe benissimo) che prenda in considerazione tutto il quadro generale?
Ringraziandola per l'attenzione, cordiali saluti
[#3]
Dr. Stefano Spina Chirurgo generale, Colonproctologo 12,5k 251 8
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie della sollecita risposta!
Nel frattempo ho letto un approfondimento di psichiatria che il vostro sito mi proponeva sull'argomento del dimagrimento e forse potrebbe riguardarmi: in realtà nel corso della vita ho provato diverse volte a dimagrire mediante diete varie (riuscendoci ma senza mai stabilizzare la situazione "magra") ed oggi non riesco più a seguire una dieta fino in fondo perchè tanto già so che prima o poi il peso standard ritornerà. (Forse solo sotto ipnosi potrei riuscire!) Non ho però capito se il problema, a questo punto psicologico, abbia una soluzione. Lei che ne dice?
Ringraziandola anticipatamente, cordiali saluti
[#5]
Dr. Stefano Spina Chirurgo generale, Colonproctologo 12,5k 251 8
Il fattore psicologico e' sicuramente molto importante. Non a caso gli Psicologi si occupano moltissimo dei disturbi dell'alimentazione, come la bulimia o l'anoressia.
Nel suo caso comunque credo che un programma ad hoc studiato da un Medico Specializzato in Scienza dell'Alimentazione possa dare i frutti sperati.
Cordiali saluti

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa