Utente
Gent.imi medici,
scrivo questa mail per avere, per quanto possibile, pareri circa un'eventuale contrazione dell'influenza A H1N1 e di un suo contagio all'interno della scuola dove lavoro.
All'inizio di ottobre, con un po' di anticipo rispetto agli anni precedenti, mi sono sottoposta alla vaccinazione contro l'influenza stagionale. Ora, da quattro giorni, ho la febbre tra 38° e 39° con tosse retrosternale abbastanza importante. Sto trattando, su prescrizione medica, tale sintomatologia con antipiretico e fluidificanti.
Preciso che io insegno in una scuola elementare e che tutta la classe, eccetto due bambini, è già da qualche giorno contemporaneamente assente con gli stessi sintomi (anche più accentuati!). Ora anche nelle altre classi sta verificandosi la stessa identica situazione: 80-90% degli alunni malati simultaneamente.
Nessuno di noi è stato sottoposto a test.
Ho ritenuto opportuno informare il mio superiore gerarchico dell'anomala circostanza (in molti anni di lavoro mai riscontrata in questo modo così evidente), il quale però ha risposto che non sapeva come comportarsi.
Essendomi vaccinata contro l'influenza stagionale, è possibile che quella contratta con le caratteristiche sopra descritte sia l'influenza suina? O in questo periodo è arrivata qualche altra forma febbrile stagionale così contagiosa?
Il mio medico dice che è possibile che sia la forma suina, ma senza il test non si può essere sicuri; in verità, non ho ben capito a chi venga prescritto il tampone e dove venga analizzato perchè nonostante l'altissimo numero di alunni colpiti, a nessuno è stato richiesto.
E, non sapendo se questa che ho contratto è l'AH1N1, quando sarà disponibile il vaccino, potrò vaccinarmi comunque oppure no?
Ringrazio anticipatamente quanti vogliano rispondermi.

[#1]  
Dr. Francesco Caccioppoli

24% attività
0% attualità
12% socialità
QUALIANO (NA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
E' molto probabile che sia l'influenza suina ,poiche' quella per cui Lei si e' vaccinato non e' ancora arrivata,
ma poiche' questa non ha una mortalita' superiore alle altre precedenti influenze Lei faccia quello che le consiglia il suo medico curante e presto stara' meglio.
Dist.Saluti
Dr. francesco caccioppoli

[#2] dopo  
Utente
Gent.mo dottore,
La ringrazio innanzitutto per la sollecita risposta. Nel frattempo, persistendo i sintomi, sono stata sottoposta a radiografia del torace e al test per l'influenza A. Dalla radiografia risulta uno "sfumato addensamento parenchimale verosimilmente flogistico in sede basale destra"; il test è risultato negativo.
Ora mi è stato prescritto un antibiotico i.m.
La febbre va scomparendo ma la tosse resta ancora (sono trascorsi otto giorni dall'esordio della sintomatologia).
Mio figlio ha da due giorni anche lui febbre oltre 39 e tosse persistente e insieme a me, pure lui, si era sottoposto il mese scorso alla vaccinazione contro l'influenza stagionale; a scuola i bambini continuano ad ammalarsi in numero considerevole.
Vorrei chiederle se il test per l'individuazione dell'influenza A è sempre attendibile oppure no, perchè se non è influenza A, cosa possiamo aver contratto in numero così elevato di persone in questo momento?

[#3]  
Dr. Francesco Caccioppoli

24% attività
0% attualità
12% socialità
QUALIANO (NA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile utente, lei puo' aver preso un altro dei tanti virus influenzali ,alcuni di essi colpiscono preferenzialmente le vie respiratorie ,la tosse puo' persistere per molti giorni ma gradualmente scomparira'
e tornerete alla normalita'-Saluti e auguri :)
Dr. francesco caccioppoli