Fans iniettabili

Soffro di emicrania cronica (oltre che di cefalea a grappolo), diagnosticata da neurologo del centro cefalee.
L'unico modo per contrastare le crisi emicraniche è assumere FANS di svariato tipo, tutti insieme. Sì, sono arrivato a questo dopo anni di militanza emicranica.
Visto che questi farmaci mi stanno devastando lo stomaco, vorrei sapere se esiste la versione iniettabile.
Il mio medico di base dice di sì, ma non me la vuole prescrivere perchè dice che vengono comunque assorbiti nello stomaco, e nuocerebbe lo stesso.
Sarò diretto: è una cazzata cosmica?
Lo chiedo perchè mi sto rovinando la salute, e almeno in parte vorrei arginare.

Grazie.
[#1]
Attivo dal 2010 al 2011
Medico di medicina generale
Gentile utente,
i FANS è noto abbiano un'azione lesiva a livello gastrico. La somministrazione per via intramuscolare non ha un'azione diretta (in senso di assorbimento) sullo stomaco bensì indiretta. La spiegazione di tale fine meccanismo è abbastanza complicata da poter essere spiegata in poche parole, quindi penso che il suo medico le ha sconsigliato la ripetuta somministrazione di FANS (anche se per via IM) dandole una spiegazione che potesse essere facilmente compresa. Le consiglio, in accordo con il suo curante, di assumere un protettore gastrico soprattutto nei periodi di maggior utilizzo di tali farmaci (anche se per via IM). Inoltre, le ricordo che i FANS non ledono solo lo stomaco ma hanno effetti collaterali anche su altri organi ed apparati. Le consiglio un'altra valutazione presso il centro cefalee per cercare di rivedere la sua già travagliata situazione clinica e intraprendere altre vie teraputiche.
Un cordiale saluto
[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta. Riguardo ai FANS a somministrazione intramuscolare: il danno a livello gastrico è minore se indiretto? Le quantità di principio attivo che arrivano a fare effetto sono minori di quelli ingeriti? Per i triptani so già di per certo che è così.
Per l'emicrania c'è solo da seguire una profilassi a base di flunarizina, ma fa effetto (se lo fa) in 6 mesi. Per il resto pare non ci sia molto altro da fare, a parte l'agopuntura (...).
Gli altri organi interessati sono fegato e reni, giusto?

Grazie, saluti.
[#3]
Attivo dal 2010 al 2011
Medico di medicina generale
Gentile utente,
il danno gastrico purtroppo non è inferiore. Quello che fa scegliere di norma le diverse vie di somministrazione oltre ad essere il tempo d'azione (per la via endovenosa è ancora più inferiore)è legato alle caratteristiche del farmaco e alla cosidetta farmacocinetica. I triptani restano i farmaci di riferimento soprattutto nelle emicranie "vere". Gli organi maggiormente interessati sono certamente quelli che lei ha citato. Per quanto riguarda le terapie alternative, l'agopuntura in alcuni casi potrebbe essere di aiuto ma non ho esperienza in merito. Questa domanda potrebbe trovare risposta nella sezione delle medicine non convenzionali. Sperando di averle dato una risposta esauriente le auguro di risolvere presto il suo problema.
Cordiali saluti
[#4]
dopo
Utente
Utente
Scusi ma vorrei andare a fondo, approfittando della sua gentilezza:

se l'iniezione arriva a fare effetto prima si può dedurre quindi che sia più efficace? Questo mi eviterebbe di prendere 5 o 6 principi attivi diversi per via orale e di fare magari anche il bis.

Una curiosità: in che senso emicranie "vere"? A me il neurologo ha detto che i triptani, iornicamente, funzionano PER PURO CASO (visto che erano stati pensati per l'emicrania, ma non funzionavano se non sporadicamente) solo sulla cefalea a grappolo (e solo iniettabaili, proprio perchè ad azione repentina), e...è vero. Ho provato.

L'agopuntura la lascerei a fricchetta e medici/santoni.

Grazie, saluti.
[#5]
Attivo dal 2010 al 2011
Medico di medicina generale
Gentile utente,
i triptani nascono per curare l'emicrania e non la cefalea a grappolo. La via IM è più rapida rispetto a quella orale ma il farmaco tende ad essere anche più velocemente metabolizzato e per cui l'effetto potrebbe esaurirsi prima. L'agopuntura in realtà è una pratica riconosciuta dalla scienza medica con tanto di corsi certificati. Chiedere un consiglio ad un medico che pratica tale tecnica non penso sia errato. Provi a nella sezione terapie non convenzionali.
Buona giornata
[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta, che è stata in ogni caso esauriente.
Visto quindi che i FANS iniettabili agiscono più rapidamente, nonostante il loro effetto sia di più breve durata, sono inequivocabilmente più efficaci. Infatti parlando sia di emicrania che di cefalea a grappolo conta più che altro l'"onda d'urto" che per quanto tempo rimanga attivo l'effetto. Tant'è che l'effetto dell'Imigran iniettabile è violento ma dura 30 secondi, e l'attacco di cefalea a grappolo passa. Se fosse invece diluito in 3 ore non farebbe proprio niente.
Che i triptani nascano per l'emicrania e non per la cluster headache lo so. Come so che funzionano per la seconda e non per la prima. Lo dico perchè lo so per esperienza e perchè me l'ha confermato il primario del centro cefalee. Non per teorie astruse.

Ringrazio infine per il consiglio sulle terapie non convenzionali. Consiglio che tuttavia non seguirò, perchè ho già provato e ne ho potuto constatare la totale inefficacia e l'alto costo, per cui li lascio ad un'utenza più radical chic del sottoscritto, e più predisposta a sperperare risorse finanziarie.

Quello che farò invece sarà di cercare di procurarmi dei FANS iniettabili.

Grazie, saluti.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa