Utente
Salve, intorno alla fine di maggio ho fatto gli esami del sangue, dopo oltre 10 anni che non li facevo.
Sono un uomo di 44 anni, non fumo da 10 anni, non bevo superalcolici e mangio di tutto, sono alto 170 cm per 62 kg, corro un giorno si ed uno no, circa 30 minuti.
Gli esami hanno dato i seguenti esiti :
Colesterolo totale 285
colesterolo hdl 58
trigliceridi 121.

Daccordo col medico di famiglia ho deciso di mettermi a dieta e di aumentare la durata della corsa a 50-60 minuti, sempre un giorno si ed uno no.
Inoltre, di mia iniziativa, ho deciso di assumere 1 cucchiaino da caffè di cloruro di magnesio tutte le sere, pare non abbia controindicazioni.
Dopo un mese, giusto qualche giorno fa, ho ripetuto gli esami e i risultati sono :

colesterolo totale 225
colesterolo hdl 50
colesterolo ldl 152
trigliceridi 117.

Ora : sono molto soddisfatto del colesterolo totale, calato da 285 a 225, mentre sono perplesso sul colesterolo hdl, perchè non solo non è aumentato, nonostante il grande sforzo dell'attività fisica, ma è addirittura diminuito ( da 58 a 50 ).
Con tutta la corsa che faccio, mi aspettavo un aumento pur piccolo del colesterolo hdl, ma mai una diminuzione ! Qualcuno saprebbe darmi delucidazioni ? Ringrazio in anticipo.

[#1]  
Dr. Alberto Calvieri

40% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
gent.le utente
il colesterolo HDL , frazione ad alta delnsita delle lipoproteine, non è facilmente influenzabile da alcunchè se non parzialmente: in verità non abbiamo modo di poter con certezza ed in maniera assolutamente soddisfacente aumentarne la concentrazione mentre molto si può fare con la frazione LDL che oggi rappresenta il vero obiettvo di ogni strategia teraputica. Questa frazione rappresentata da lipoproteine a bassa densità, è costituta da colesterolo particolarmente aggressivo per la capacità, derivatagli dalle lipoproteine che lo veicolano, di "entrare" nella parete erteriosa determinando i danni che tutti conosciamo e che si riassumono nella parola "aterosclerosi". Pertanto, come dicevo, al dilà di un incremento delle HDL sempre auspicabile ma difficilmente ottenibile ( per inciso diminuendo il colesterolo totale, inevitabilmente diminuisce anche le HDL, ninte da meravigliarsi...) il vero obiettivo è la diminuzione significativa delle LDL il vero pericolo per noi. Nel suo caso lei ha ottento una valida riduzione del colesterolo totale e delle LDL con netto miglioramneto del quadro lipidico: non si preoccupi per le HDL, ma ritenga utilissimo il risultato sulle LDL. ontinui con l'alimentaizone orientata e l'attività fisica e vedrà risultati ancora migliori
Auguri
Dr. Alberto Calvieri - Specialista in Scienza dell'Alimentazione
www.albertocalvieri.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille, è stato molto gentile e chiaro !