Utente
Salve, da cirta una settimana ho delle vertigini continue(non so se si possono chiamare così) la senzazione che provo è come quella di un pesante dopo sbornia, con leggero giramento di testa, senzazione di testa leggera, un po' di nausea molto leggera e senso di oppressione e a volte sento come se mi trovassi in un imbuto!
Tutto è iniziato dopo aver effettuato dei lavori di pittura a casa che a causa del gran caldo ho dovuto utilizzare il ventilatore per trovare una po' di sollievo.
L'unico sintomo che ho accusato è stato un lieve ronzio all'orecchio dx di qualche secondo(causato penso anche dall'acufene da cui sono affetto da diversi anni).
Il medico curante mi ha detto che potrebbe essere stato proprio un colpo d'aria all'orecchio che mi ha provocato questi sintomi.
Mi ha inoltre prescritto il torecan e il lexodan, quest'ultimo a causa di questi sintomi che spesso mi provocano ansia ed attacchi di panico.
Con il torecan non ho trovato giovamenti, ma il lexodan devo dire che mi ha dato una certo sollievo.
Da ieri ho notato che un pochino i sintomi si sono attenuati(ho teminato la scatola del torecan) ma è un alto e basso, mi altzo e mi gira la testa, sto al computer, e come distolgo lo sguardo mi gira tutto.
Cosa potrebbe essere? avete da consigliarmi dei farmaci o una terapia da seguire per far cessare questa condanna?
Grazie

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Per una diagnosi, occorre necessariamente che si sottoponga ad un esame audio-vestibolare. In base all'esito di tale accertamento diagnostico, sicuramente le verrà prescritta una adeguata terapia farmacologica. Non si puo' escludere anche una forma di intossicazione causata dalla vernice. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la gentile risposta dr.Brunori.
Seguirò il suo consiglio e oggi mi recherò da un medico per eseguire ulteriori esami.
Saluti

[#3] dopo  
Utente
Salve, le riespongo nuovamente il mio caso.
Ho effettuato sia esame audio-vestibolare che quello della vista, che sono risultati nella norma.
Purtroppo dopo che i sintomi si erano attenuati(mi era rimasto solo un po' di giramenti di testa sprattutto quando effettuavo movimenti bruschi) ho avuto un'altra "crisi".
Mi dura 2 o 3 giorni, e il fastidio maggiore è visivo perchè ho una percezione alterata della realtà, difficile da spiegare, e a volte associata a fotofobia.
Il medico curante ha detto che potrebbe anche essere una problema di cervicale e mi ha prescritto un antinfiammatorio(brufen) che ho assunto 3 bustine al giorno per 5 giorni.
Oggi va un pochino meglio, i sintomi si sono parecchio attenuati, ma ora ho il terrore che possano tornare in continuazione.
Che cosa posso fare, a quali esami mi devo sottoporre per trovare la causa di questi problemi?
L'unico elemento comune delle 2 crisi che ho avuto è che un paio di giorni prima ho effettuato dei lavori di pittura(il medico curante ha escluso un problema di avvelenamento)
Grazie

[#4]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Esegua la terapia antinfiammatoria per almeno 5-6 giorni. Purtroppo, è possibile che la sintomatologia possa ripresentrarsi. Anche se ho dei dubbi che il tutto possa dipendere dalla cervicale, per scrupolo, senta a riguardo anche un Ortopedico.
Dr. Raffaello Brunori

[#5] dopo  
Utente
Salve, purtroppo come lei ha diagnosticato, la sintomatologia si è ripresentata...
Questa volta molto più leggera e i sitomi sono stati senzazione di testa leggera e instabilità (solo quando mi alzo o muovo bruscamente la testa), con leggero disturbo visivo.
Dopo 2 giorni (oggi) sto meglio.
Pensavo seriamente che i sintomi stavano per scomparire, anche perchè dopo i 5 giorni di antinfiammatorio, sembrava che tutto si stesse risolvendo per il meglio.
Infatti ogni giorno che passava i sitomi erano sempre minori e quasi scomparsi.
Il medico curante mi ha prescritto una visita neurologica che cercherò di fare al più presto.
Putroppo leggendo tutte le cose che si trovano su internet sono un po' terrorizzato che possa essere qualcosa di grave.
Ieri e oggi ho preso delle gocce di lexotan perchè questo stato mi porta un po' di agitazione, e perchè questi sintomi a volte mi fanno pensare che potrebbe essere tutto dipeso dall'ansia.
Non so più che pensare,l'unica cosa che mi consola è che le "crisi" sono sempre + leggere e durano di meno.
Grazie

[#6]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
VICENZA (VI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, poiché il suo disturbo permane nonostante le indagini e le cure del caso le suggerirei di non trascurare una possibile causa di vertigine spesso trascurata: la disfunzione dell’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM) . Del resto anche la letteratura scientifica riferisce che quando alcuni sintomi di usuale pertinenza otorinolaringoiatria non sono sostenuti da problemi otologici , è al possibile conflitto fra condilo mandibolare e orecchio che bisogna rivolgere qualche attenzione.
La vertigine di questi sintomi è forse il più tipico, e l’associazione con un acufene rinforzerebbe questa ipotesi diagnostica.
Sottolineo che anche l'acufene non é in se una malattia , ma un sintomo, la cui origine va cercata possibilmente prima di "diversi anni"!
Pertanto le consiglierei di farsi visitare anche da un dentista che si occupi abitualmente di problemi dell’Articolazione Temporo Mandibolare.
Le suggerirei di dare un'occhiata all'articolo qui linkato.
Cordiali saluti ed auguri.

www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf ( attendere con pazienza quando si vuole aprire questo link: è molto pesante)
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#7] dopo  
Utente
Grazie Dr.Bernkopf per la sua consulenza.
Effettivamente soffro da diversi anni di acufene, causata però da una sera in discoteca con la musica troppo alta.
Il passo che vorrei seguire comunque è quello della visita neurologica.
Oggi però mi sento molto meglio e non ho quasi più nessun disturbo, che sia merito del lexotan?!
A parte i giramenti di testa, volevo chiedere se è normale che quando si hanno anche la vista risulti un po' alterata?
Nella precedente "crisi"ho avuto una senzazione di stordimento che è perdurato per qualche giorno.
Questa ultima volta invece, a parte un po' di giramenti di testa(spratutto quando sono in piedi) e qualche piccolo disturbo visivo, non mi sono sentito stordito...
Grazie

[#8] dopo  
Utente
salve, ho effettuato una visita neurologica, e il medico ha riscontrato 2 defici di equilibrio che sono causati secondo lui dall'orecchio.
uno è quando mi ha fatto stare a piedi uniti e occhi chiusi ha notato che tendo ad andare un po' indietro e l'altro è stata una rotazione di 90° a destra quando mi ha fatto fare una marcia sul posto sempre ad occhi chiusi.
Mi ha prescritto una RM encefalo.
Sono parecchio preocupato perchè non ha azzardato nessuna diagnosi anche se da un po' di giorni i miei sintomi si sono molto attenuati.
Grazie

[#9]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
VICENZA (VI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile Pazinete, il test che le é stato fatto (test di Fukuda) se positivo é anche compatibile con un problema occlusale (laterodeviazione a destra della mandibiola e/o masticazione abbassata a dx, detto in termini semplici). Se la RM non aggiungesse nulla, le ricordo il mio suggerimento. Auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#10] dopo  
Utente
salve, ad oggi ho ancora problemi di veritigini e disequilibrio anche se più lievi e meno persistenti.
ho effettuato altri esami:
rx cervicale dove mi hanno riscotrato alcune compressioni ma è stata escluso che potesse essere quello a causare le vertigini.
rmn con contraso encefalo ed è risultato negativo.
ieri infine ho fatto una prova stabilometrica e delle prove temiche(caloriche).
tutto nella norma.
quest'ultime però stranamente hanno fatto peggiorare la mia situazione, catapultandola a qualche mese fa quando le mie vertigini era molto più fatidiose.
volevo sapere, ma è possibile che una prova del genere possa aver peggiorato il mio quadro clinico che sembrava invece andar migliorando giorno per giorno?
le prove caloriche sono invasive e hanno come controindicazioni questi sintomi?(capogiri e disequilibrio principalemente)
Grazie

[#11]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
VICENZA (VI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentie Paziente fra alti e bassi sostanziamente il suo problema perdura: vale quello che e le ho scritto ne precedente messaggio. Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#12] dopo  
Utente
grazie, si effettivamente non ho valutato molto l'ipotesi del problema mandibolare.
seguirò il suo consiglio.
saluti

[#13] dopo  
Utente
Salve, in attesa di effettuare altri esami, volevo porre a lei Dr. Bernkopf una domana su una possibile causa delle mie verigini.
Ho letto su un sito che una scorretta posizione assunta quando si dorme, può ripercuotersi sul resto del corpo e specialmente stando a pancia in giù con la testa da un lato gravando il peso sulla mandibola.(è esattamente la posizione in cui riesco a dormire).
Casualmente in questi giorni ho cambiato sia letto che posizione cercando perlopiù di dormire disteso sulla schiena o da un lato, cercando di non poggiare troppo la mandibole sul cuscino.
Devodire che da quando ho cambiato posizione, tra leggeri alti e bassi, mi sento molto meglio.
Sto facendo da 2 mesi anche degli esercizi per la riabilitazione vestibolare.
Potrebbe essere il cambio posizione ad aver migliorato la situazione, o è solo un caso ed è da escludere?
Grazie

[#14]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
VICENZA (VI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile paziente, nel risponderle per quanto mi compete ho ovviamente sottolineato il possibile ruolo di una malposizione mandibolare: é evidente che il dormire a pancia in giù non può che peggiorare l'eventuale ruolo della mandibola, che per tutta la notte tende a dislocarsi dalla parte opposta al cuscino.
Sottolineo però che si dorme per 7-8 ore, ma si vive per 24.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#15] dopo  
Utente
Salve, un aggiornamento della mia situazione:
I capogiri sono praticamente passati...ce li ho solo salutuariamente...
Il disequilibrio anche è praticamente svanito, la vista è tornata normale...
Ho solo sporadicamente, soprattutto la sera, un po' di stordimento...leggero...
Quello che ho fatto è stato...cambiare posizione nel letto mentre dormo(supino o a massimo di fianco)...ho effettuato tutti i giorni per 6 mesi la riabilitazione vestibolare(fino ad agosto/settembre) .
Feci una visita fisiatrica che mi riscontrò una leggera scoliosi e una forte atrosi cerivcale(cervicalgia muscolo tensiva) che essenzialente potevano essere le cause dei miei malesseri.
Mi hanno consigliato di effettuare degli esercizi posturali e del pilates(che ancora non ho eseguito)
Ho fatto una visita dentitica, ma non sono stati riscontrati problemi di occlusione.
Attualmente evito di fare sforsi prolungati(per via della schiena) e faccio un giorno si e uno no degli esercizi per la cervicale e un po' di stretching per la schiena.
Considerazioni?
Grazie

[#16]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
VICENZA (VI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Si: è molto importante che il dentista che ha consultato sia esperto in gnatologia e in problemi dell'Articolazine temporo Mandibolare, argomento che pochi dentisti coltivano davvero.
Per la cefalea e la cervicalgia le ho già datgo un suggerimento :
www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
( attendere con pazienza quando si vuole aprire questo link: è molto pesante)

E' un po' strano che un paziente che presenta cefalea , cervicalgia, vertigini, acufene, pur incostanti, non abbia problemi di occlusione, ma se é così....
Cordiali saluti.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#17] dopo  
Utente
Salve, dopo mesi di ormai certa guarigione, da un paio di giorni si sono ripresentati, seppur in forma lievissima i miei "maledetti" capogiri...
A questo punto sono terrorizzato...se in questi mesi ho continuato a fare esercizio fisico(anche un po' di pesi) soprattutto 3 volte a settimana esercizi per la cervicale(che continua comunque a darmi noia)...
La domanda....è normale che chi ha problemi di cervicale possa in qualche modo aver sempre la possibilità di essere soggetto a problemi simili?...non guarirò mai? dovrò vivere con questa condanna?...
è il caso di sentire il parere di un'altro odontoiatra?
e se fosse coinvolta anche l'articolazione temporo mandibolare, potrei risolvere definitivamente il mio problema?

grazie mille...

[#18]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
VICENZA (VI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, come già le scrissi, trovo un po' strano che un paziente che presenta cefalea , cervicalgia, vertigini, acufene, pur incostanti, non abbia problemi di occlusione.
E' importante che il dentista che la visita sia esperto in problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare e dei rapporti fra questa e l'orecchio.
Cosa si dovrebbe fare se questi problemi fossero riscontrati nel suo caso, se ha letto l'articolo linkato dovrebbe averlo chiaro.

Veda anche questo:
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1408-la-vertigine-di-pertinenza-odontoiatrica.html

Forse una seconda opinione presso un dentista-gnatologo sarebbe opportuna.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#19] dopo  
Utente
grazie ancora per la risponibiltà
ho seguito il suo consiglio e ho prenotato una vista pr.sso lo studio del dr. Colasanti, il quale mi dicano sia un esperto in questo campo.
Lo conosce?
Saluti

[#20]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
VICENZA (VI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, pur operando anche su Roma, non sono romano e non conosco molti Colleghi: di certo la sua sarà comunque un'ottima scelta.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com