Utente
Salve!

Vorrei gentilmente chiarimenti in merito a un episodio accaduto circa un anno e mezzo fa.

Chiarisco innanzitutto che non sono una persona che assume facilmente farmaci senza un reale bisogno, ma è accaduto un episodio in cui l'ho fatto troppo facilmente.

Una mattina mi sentivo strana, un po' intontita e stanca, ma non avevo alcun dolore. Mi è venuto solo un doloretto alla testa, durato un attimo, lieve, di quelli che non danno alcun disagio e fastidio.
Non so precisamente cosa mi sia passato per la testa, forse la paura che mi potesse venire la febbre o qualcosa del genere, ma ho preso una bustina di Oki.
Mentre stavo finendo di prenderla già ho cominciato a sentirmi strana, con una sensazione di svenimento e forse, dico forse, ho visto delle macchie davanti agli occhi; la sensazione di svenimento l'ho avuta circa 5 volte se non ricordo male. Forse era l'organismo che reagiva alla sostanza e cercava di smaltirla combinato con la paura.
Poi questi sintomi sono passati, ma dopo un po' di tempo, massimo un'ora sono andata in bagno, e mi è sembrato che il farmaco avesse avuto un effetto lassativo.
Comunque poi non ho avuto problemi, ho mangiato tranquillamente e non è successo più nulla.

Vorrei sapere quanto questo gesto avventato sia stato pericoloso, cosa mi è accaduto quando mi sentivo male, e se abbia causato effetti a lungo termine.

Se rispondete mi fate cosa gradita, ma comunque non c'è nessuna fretta.

Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentilissima,

Ha avuto una reazione di intolleranza al farmaco come può succedere con tutti i farmaci per cui deve fare attenzione per il futuro al ketoprofene (e non all'acido acetilsalicilico). Tali farmaci, ad ogni modo, vanno sempre presi a stomaco pieno.

Non deve temere nessuna conseguenza per il futuro: il farmaco è già stato eliminato senza conseguenze.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie della risposta!

Ma l'intolleranza si è verificata perché non c'era bisogno del farmaco o si sarebbe comunque verificata?
Perché comunque il farmaco in questione l'ho assunto altre volte, ma con reale bisogno. Inoltre penso di aver mangiato una merendina prima di prenderlo, ma non ne sono sicura, so solo che è stato un gesto avventato, anche perché una merendina non è sufficiente prima di prendere farmaci.

Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
E' stata una reazione del farmaco, indipendentemente dall'indicazione. E' difficile dare una spiegazione ma bisogna tenerne conto per il futuro. Probabilmente c'è stato un rapido assorbimento per lo stomaco parzialmente vuoto. Un farmaco analgesico più sicuro è il paracetamolo.

Saluti




Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio ancora!

Forse, e dico forse, quando ho assunto altre volte il farmaco, per un attimo mi ha fatto sentire stordita, ma forse ciò è dovuto al suo odore un po' forte, oppure all'autosuggestione, essendo ipocondriaca e molto cauta nel prendere farmaci; un'altra volta, quando lo avevo assunto per un po' di giorni mi ha dato un po' di fastidio allo stomaco, ma può anche darsi che sia stato altro, poiché ciò non si è verificato immediatamente dopo l'assunzione.
Mi consiglia di non prenderlo più o di prenderlo solo in caso di forte bisogno, preferendo in caso contrario farmaci più leggeri?

Scusando per il disturbo porgo cordiali saluti.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
E' preferibile assumere farmaci meno potenti e meno gastrolesivi preferendo, come le avevo suggerito, il paracetamolo.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Grazie ancora!

Cordiali saluti.

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Di nulla e cordiali saluti.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it