Utente
Salve, sono una studentessa universitaria di 20 anni, alta 1.76 e peso 59 kg.
Da mesi accuso segni di stanchezza, accostati a mal di testa, nausea e tachicardia. Per quanto riguarda gli anni passati, fino a 13 anni ho svolto nuoto agonistico, per cui ero annualmente sottoposta a visite medico-sportive, da cui sono sempre stata dichiarata in ottima forma. Non ho mai avuto problemi , fino a quando, a 15-16 anni ho avuto due svenimenti e molti altri stati di “pre-svenimento” (stanchezza, giramenti di testa, ronzii, suoni ovattati, vista sfuocata). Il medico mi fece fare un EEG, che risultò negativo, ( il neurologo mi disse che, nei casi di forte mal di testa, potevo prendere tachipirina flashtab) e degli esami del sangue, in cui notò che avevo globuli rossi piccoli e una carenza di ferritina. Avendo anche un ciclo mestruale intenso e una frequente caduta di capelli, mi prescrisse del ferrograd per alcuni mesi; rifeci gli esami del sangue e tutti i valori tornarono nella norma. Da quel punto in poi non ho più avuto problemi, fino a 18 anni. Rifeci gli esami, pensando a una nuova anemia, ma i valori di ferro e ferritina erano nella norma. Il medico quindi mi consigliò di prendere solo degli integratori (energen 9 plus).La situazione peggiorò verso marzo/aprile dell’anno scorso, quando accusai segni di forte stanchezza, sensazioni di svenimento, difficoltà di concentrazione, mal di testa e un calo di peso (da 58 a 54 kg), nonostante le mie abitudini alimentari non fossero cambiate. Il ferro e la ferritina erano giuste, per cui il medico disse che era solo dovuto a stress, e mi consigliò di riprendere con gli integratori. Nonostante ciò continuai ad avere queste sensazioni di stanchezza e, nei momenti di “calo”, mangiavo caramelle con zucchero che mi tiravano su.
A ottobre/novembre sono riuscita a riprendere peso e attualmente peso 59 kg. Per un paio di mesi è andato tutto bene, fino a dicembre quando ho avuto di nuovo le stesse sensazioni, con forte stanchezza, mal di testa, tachicardia, difficoltà di concentrazione ed inoltre fiato corto, fame d’aria e difficoltà ad addormentarmi. Il medico disse che poteva essere una cefalea muscolo tensiva, ma mi fece rifare gli esami del sangue per verificare la tiroide, che risultò a posto, mentre la ferritina era a 7. Mi disse che gli esami erano a posto e che era tutto dovuto a uno stato d’ansia, per cui bastava solo “uscire un po’ a fare una passeggiata”. Non sono sedentaria ed esco volentieri anche a correre. Il punto è che quando sto bene posso correre anche per più di 20 minuti, anche se non sono allenata, ed avere solo un po’ di fiatone e tachicardia per lo sforzo fisico, mente quando ho queste sensazioni di stanchezza ed esco anche a fare solo una passeggiata, mi stanco nel giro di una decina di minuti, mi viene il fiato corto, tachicardia e giramenti di testa, che mi obbligano a fermarmi.
Per quanto riguarda l’ansia, non me la sento per niente, anche perché nei momenti di effettivo stress (ad esempio per un esame universitario) sono sì agitata, ma non ho queste sensazioni che si presentano normalmente senza alcuna causa apparente.
Giovedì sono andata a letto che avevo dei giramenti di testa, di notte ho vomitato e ho avuto nausea per tutto il venerdì. Sabato pomeriggio ero di nuovo stanca, sono uscita per una passeggiata, ma dopo 20 minuti mi sono fermata perché avevo il fiatone e tachicardia, come se avessi camminato per ore. Domenica pomeriggio e lunedì mattina invece ho avuto di nuovo sensazioni di svenimento, con giramenti di testa e formicolii alle gambe.
Cosa posso fare? E’ il caso di fare un ECG, consultare un ematologo, un neurologo...?
Ringrazio
Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Lei dice,
<<a 15-16 anni ho avuto due svenimenti e molti altri stati di “pre-svenimento” (stanchezza, giramenti di testa, ronzii, suoni ovattati, vista sfuocata).>>

ne passano cinque e non succede nulla
<<A ottobre/novembre sono riuscita a riprendere peso e attualmente peso 59 kg.>>
.... una patologia sarebbe stata ingravescente, non crede?

poi
<<Il medico disse che poteva essere una cefalea muscolo tensiva>>.

Credo che una valutazione internistica che le dia serenità non sarebbe male.

Saluti.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it