Febbre da un mese

Salve, ho 20 anni e da un mese ho la febbre bassa: varia dai 37° ai 37,5° durante la giornata (la mia temperatura normale di solito è 36,8°), ho preso molto freddo alla fine della prima settimana di febbricola così sono stata 5 giorni con il raffreddore e mal di gola, ma la febbre non accenna ad andarsene. Il medico mi ha prescritto 5 giorni di antibiotico che una volta terminati mi hanno abbassato la febbre a 36,9° fino a 37,2°, ma dopo due giorni la febbre è tornata quella di prima... ho fatto degli esami e sembrano tutti nella norma: Esame emocromocitometrico, leucogramma, esame urine. Sinceramente sono molto preoccupata perchè non so se da questi esami si possa capire se ho qualcosa di grave anche a livello di tumori o altro... ci sono altri esami da fare? Cosa potrebbe essere? Ah e in oltre è da Novembre che sto facendo una cura per dei cristalli di colesterina nella colecisti che mi causano un po' di dolori nella parte destra e dietro alla schiena, purtroppo ogni volta che interrompo le pastiglie il dolore ritorna così devo ricominciare la cura... potrebbe essere legato alla febbre?

Grazie per l'attenzione
[#1]
Dr. Serafino Pietro Marcolongo Dietologo, Medico estetico 8,5k 129 67
Gent. utente,

un controllo ecografico al fegato e vie biliari andrebbe ripetuto.

Una colelitiasi in atto potrebbe essere tra le cause.


Cordiali saluti.

Dott. Serafino Pietro Marcolongo
Dietologia - Medicina Estetica

IL CONSULTO ONLINE NON SOSTITUISCE LA VISITA DIRETTA!

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta.
Il mio medico di base ha detto che secondo lui se ci fossero infezioni si sarebbe visto da tutti gli esami che mi ha fatto fare.
Non sapendo che fare mi ha dato un altro tipo di antibiotico il Cedax 400... purtroppo però, circa 3 ore dopo la prima assunzione ho cominciato ad avvertire un prurito diffuso a tutto il corpo: non avendo mai avuto reazioni allergiche a nulla non ho pensato al fatto che potesse essere colpa dell'antibiotico così cercando su internet mi sono imbattuta nei sintomi del linfoma e ovviamente da brava ipocondriaca mi sono spaventata... ieri pur avendo prurito ho ripreso l'antibiotico ma questa mattina sono andata dal medico e lui mi ha detto subito che esclude un linfoma pur avendo sentito che ho dei linfonodi gonfi nel collo e dice che purtroppo sono stata sfortunata ad aver avuto una reazione allergica all'antibiotico, così ha deciso di lasciarmi per qualche giorno senza nulla dicendo che per lui è una febbre da stress visto che in questo periodo soffro di ansia e dice che qualsiasi altro esame sarebbe secondo lui inutile. Non so che fare, è possibile che dopo un mese di febbricola si possa dire che è per colpa dello stress? E' vero che dagli esami Ves, PCR, globuli bianchi, globuli rossi ecc.. si può escludere un tumore?
[#3]
Dr. Serafino Pietro Marcolongo Dietologo, Medico estetico 8,5k 129 67
Gent. utente,

dagli esami effettuati è gia possibile escludere patologie di una certa entità e l'ipotesi di una ipersensibilità al farmaco è quella più reale.

Si attenga alle indicazioni fornite dal Suo Curante e se vuole mi aggiorni pure.


Cordialmente.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie. Lo farò :)
[#5]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore, la disturbo ancora per chiederle dopo quanto tempo il prurito, se dovuto dall'antibiotico che ho preso per l'ultima volta domenica sera, dovrebbe durare... oggi ho ancora prurito, soprattutto al cuoio capelluto e al viso e pizzicore sparso per tutto il corpo, non sembra passare... è normale che ancora non sia diminuito?
[#6]
Dr. Serafino Pietro Marcolongo Dietologo, Medico estetico 8,5k 129 67
Gent. utente,

una reazione allergica può durare anche alcuni giorni, se lasciata a se stessa senza alcuna terapia.

Si faccia consigliare dal Suo Curante un antistaminico per il prurito e, se necessario, del cortisone.


Cordialità.
[#7]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottore,

Le rispondo per aggiornarla e anche per porle ulteriori domande:
Ieri ho avuto una forte tachicardia con sintomi dell'infarto, arrivata al pronto soccorso e fatti tutte le analisi del caso (emocromo, elettrocardiogramma) mi è stato detto che non era nulla e mi è stato prescritto un ansiolitico da prendere all'occorrenza e anche che la febbricola che continuo ad avere probabilmente viene trascinata dal mio stato di stress e ansia. Questa crisi molto forte che mi ha quasi fatto perdere conoscenza si è sviluppata da una sensazione di pesantezza al petto che provo da qualche settimana e che negli ultimi due giorni si è cronicizzata, (i medici sostengono che sia ansia e stress).
Sempre ieri, dopo 3 giorni, il prurito dovuto presumibilmente all'antibiotico che mi era stato prescritto sembrava fosse sparito.
Questa mattina invece risvegliandomi ancora un po' spossata dalla tachicardia di ieri sera che mi ha creato dolore alla parte sinistra e al braccio, ho ricominciato a sentire prurito al viso e al capo, un po' anche alle orecchie, specialmente al naso compreso l'interno delle narici e un po' di pizzicore sparso per il resto del corpo.

Vorrei sapere se è possibile che il prurito che provo sia dovuto a qualche altra malattia (ovviamente anche se so che non è consigliabile cercare sintomi su internet l'ho fatto comunque ed è venuto fuori: prurito diffuso = linfoma)

Pensa sia possibile che un prurito dovuto dall'antibiotico possa sparire per un giorno e poi ricomparire? o potrebbe essere un ulteriore sintomo da stress?
I sintomi che avverto quali febbre molto bassa continua da più di un mese, peso al petto che va e che torna (che tutti hanno attribuito all'ansia), prurito specialmente incentrato al viso e al capo, potrebbero essere ricollegati a una patologia come il linfoma o qualcosa del genere?


Lo so, molte domande e un po' sconclusionate, la ringrazio ancora per la sua disponibilità se vorrà rispondermi.

Saluti.
[#8]
Dr. Serafino Pietro Marcolongo Dietologo, Medico estetico 8,5k 129 67
Gent. utente,

come ha potuto constatare anche ai controlli effettuati presso il P.S. l' esito è stato negativo...

Perché vuole a tutti i costi vedere ciò che non esiste?!

Concentri le Sue energia su tutt' altro per recuperare serenità e gioia nella vita.


Auguri.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa