Intosicazione da stucco epossidico

Buonasera,
Questo pomeriggio ho effettuato una riparazione con uno stucco epossidico adatto alla plastica. Dopo aver finito, ho tolto i guanti, lavato le mani e cucinato. Alla fine della serata mi sono accorta che, una parte della mia mano (evidentemente dopo aver rimesso tutto in ordine) era coperta da un leggero strato dello stucco sopracitato. Sono quasi sicura di aver toccato il cibo che ho mangiato con quella parte della mano. al momento non presento segni di irritazione, ma è possibile che sia rimasta lievemente intossicata, qualora avessi ingerito cibi venuti a contatto la mia mano?
Riporto qui le informazioni reperite nella scheda del prodotto

Classificazione secondo le direttive CEE:
Il prodotto è classificato e codificato conformemente alle direttive CEE/norme
sulle sostanze pericolose
.
Sigla ed etichettatura di pericolosità del prodotto:
Xi Irritante
.
Componenti pericolosi che ne determinano l'etichettatura:
prodotto di reazione: bisfenolo-A-epicloridrina resine epossidiche (peso
molecolare medio
≤
700)
.
Natura dei rischi specifici (frasi R):
36/38 Irritante per gli occhi e la pelle.
43 Può provocare sensibilizzazione per contatto con la pelle.
52/53 Nocivo per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine effetti
negativi per l'ambiente acquatico.
Usare guanti adatti.
46 In caso d'ingestione consultare immediatamente il medico e mostrargli il
contenitore o l'etichetta.
61 Non disperdere nell'ambiente. Riferirsi alle istruzioni speciali/ schede
informative in materia di sicurezza.
.
Classificazione specifica di determinati preparati:
Contiene resine epossidiche. Leggere le informazioni fornite dal fabbricante.
Contiene prodotto di reazione: bisfenolo-A-epicloridrina resine epossidiche (peso
molecolare medio
≤
700): può provocare una reazione allergica.
.
Consigli di prudenza (frasi S):
24/25 Evitare il contatto con gli occhi e con la pelle.
26 In caso di contatto con gli occhi, lavare immediatamente e abbondantemente
con acqua e consultare un medico.
.
Frasi R rilevanti
22 Nocivo per ingestione.
36/38 Irritante per gli occhi e la pelle.
43 Può provocare sensibilizzazione per contatto con la pelle.
51/53 Tossico per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine effetti
negativi per l'ambiente acquatico.

Vi ringrazio
Maria
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66k 2,1k 87
Da come descrive non credo proprio debba temere qualcosa. Ad ogni modo se vuole tranquillizzarsi del tutto puô chiedere un parere al Centro antiveleni del Niguarda di Milano disponibile 24/24 ore:

http://www.ospedaleniguarda.it/struttura/Centro-antiveleni


Cordialmente


(ci aggiorni sulla risposta )

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa