colonscopia si o no? colite o altro?

Buongiorno spero possiate darmi un parere, ho 38 anni soffro da anni di colite... circa 7 anni fa ho avuto attacco forte di dolore zona colon ascendente avevo ispessimento pareti e si era visto dall'ecografia... fatto ulteriori analisi sangue e colonscopia... esito possibile morbo di chron o comunque colite.
A distanza di anni ho sempre avuto dolori e fastidi soprattutto nei cambi di stagione che sono passati da soli con semplici cure leggere ma mai forti come la prima volta, ho effettuato negli anni analisi del sangue e ecografie tutte SEMPRE negative tutto in ordine compresa la proteina C reattiva nonostante io mangi quasi sempre in modo non regolare (fritti, cioccolata, ecc ecc) e non facendo attività fisica.
Ora da circa 20 giorno ho avuto forti dolorI zona colon discendente pancia piu' gonfia del solito e fitte, non ho avuto nessun episodio di dissenteria ne sanguinamento ( cose che non ho mai avuto neanche in tutto l'arco di questi anni) qualche dolore anche dietro zona rene e nella zona pelvica, ho fatto ecografia addome e COLON OK NON PARETI ISPESSITE, FEGATO OK, RENE OK, TUTTO NELLA NORMA
Ho fatto analisi del sangue tutte ok e il dottore al tatto mi ha detto che non sente ispessimenti ma solo molta aria nel colon.
Mi ha dato per 6 giorni NORMIX e fermenti ma ad oggi dopo 6 giorni di cura e dieta , evitando cosa che possano farmi male, ho ancora PANCIA GONFIA e fitte sul lato destro e mi chiedo solo se sia un periodo di riacutizzazione del dolore che ci può stare nel quadro di una colite cronica oppure si sia il caso di fare una colonscopia subito per escludere "ALTRO".

grazie mille
[#1]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Salve,
di fronte a un discendente dolente spontaneamente e alla palpazione in un soggetto affetto da "possibile morbo di Crohn" o malattia infiammatoria intestinale da 7 anni, è a mio avviso necessario valutare il viscere con una pancoloscopia.
Lei potrebbe avere dei diverticoli, dei polipi, una esacerbazione dell'infiammazione e solo l'osservazione diretta di tutto il colon e dell'Ileo terminale con biopsie random o nelle zone sospette potrà permettere di fare diagnosi.
Senza contare che nel caso di piccole formazioni polipoidi queste potrebbero essere rimosse nel corso della stessa colonscopia.
ne parli con il suo curante.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per il parere dottore, si valuterò di fare la colonscopia, ma secondo lei non potrebbe solo essere semplice colite e quindi dolori solo un po' più forti del dovuto?
[#3]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Guardi tutto potrebbe essere.
Il termine "colite" non va confuso con quello di Sindrome dell'Intestino irritabile, che in lei è difficile, e direi azzardato porre, dato che la "colite" intesa come infiammazione del colon, gliel'hanno diagnosticata davvero 7 anni fa.
Perciò nel suo caso il Gold Standard è la Pancolonscopia con Ileoscopia che fatta da mani esperte e magari in sedazione profonda le risolverà tutti i suoi dubbi che altrimenti resterebbero immodificati.
E' il mio parere, lei me l'ha chiesto ed io gliel'ho fornito.
cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#4]
dopo
Utente
Utente
GRAZIE DOTTORE
[#5]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Di nulla!
cari saluti!
Dott. Caldarola.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa