Utente
Salve, sono alla mia seconda gravidanza, 29esima settimana di gestazione, durante l'esame di routine del terzo trimestre, dell'emocromo e ferritina, sono stati riscontrati due valori alterati: Leucociti 14,56 (4,30-10.00) e i neutrofili 11,4 (2,00-7,00);
So che in gravidanza i globuli bianchi si alzano ma in fondo alla pagina degli esami mi hanno scritto la nota: PRESENZA DI ALCUNI ELEMENTI MIELOIDI IMMATURI.
Premetto che gli esami fatti precedentemente a questo erano nella norma nessun valore alterato.
volevo sapere se poteva essere una cosa normale pppure devo fare degli approfondimenti.
Grazie
Saluti.
G.

[#1]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
16% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Salve,
una modesta leucocitosi neutrofila in gravidanza ci può stare, come conseguenza sia dello stato gravidico che di un focolaio infettivo.
Quello che mi lascia assai perplesso è la presenza, sempre che sia vera, di elementi immaturi di tipo mieloide.
Anche perchè non viene specificato quanto siano immaturi (per esempio se siano metamielociti o ancora più immaturi).
Potrebbe essere un abbaglio del Contaglobuli: il laboratorio di fronte ad un referto del genere avrebbe dovuto predisporre uno striscio periferico colorato con la tecnica MGG e guardarlo al microscopio, il che presuppone la conoscenza degli elementi del sangue, maturi e immaturi.
Io le consiglierei di ripetere domani l'emocromo presso un altro laboratorio, con richiesta di valutazione dello striscio periferico.
Se dovessero essere confermati elementi mieloidi immaturi, non esiti a rivolgersi in una Ematologia ospedaliera o Universitaria o da un Ematologo.
Mi faccia sapere se vorrà.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#2] dopo  
Utente
La Ringrazio molto Dott. Caldarola, X la sua repentina risposta, quindi secondo lei può essere riconducibile a un errore di laboratorio? Sarebbe una cosa un po' insolita in uno stato di gravidanza?
Quali conseguenze comporterebbe se dovessero riconfermare gli elementi mieloidi?
Le faccio sapere comunque.
Di nuovo grazie.
G.

[#3]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
16% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
la presenza di elementi mieloidi della linea granulocitaria (in genere poco immaturi come i metamielociti) è in genere espressione di una grave forma infettiva, con febbre alta e di origine batterica, che stimola il midollo a una iperproduzione di granulociti con la conseguenza che qualche elemento meno maturo può sfuggire in circolo.
Questo in soldoni. Viene chiamata "reazione leucemoide" ma non ha nulla a che vedere con una leucemia perchè rientra appena l'infezione sia sotto controllo.
In gravidanza non è giustificata la presenza di elementi mieloidi immaturi: per cui io continuo a ritenere che, se lei non abbia infezioni battriche in corso con febbre, si tratti di una svista del laboratorio.
Il mio consiglio retsa pertanto quello di ricontrollare l'emocromo e lo striscio periferico per accertarsi della presenza o della aseenza di questi elementi immaturi mieloidi e capire a quale delle tre linee mieloidi (megacariocitica, granulocitica, Eritrocitica) eventualmente appartengano.
Accertiamoci prima che lei abbia elementi mieloidi immaturi: fasciarsi la testa prima di rompersela serve a nulla.
Inoltre le consiglio di effettuare anche una urinocoltura con ABG per valutare se ella abbia una infezione delle vie urinarie e di che rilevanza
Rifaremo il punto della situazione alla luce di questi esami.
Attendo con piacere sue notizie, se vorrà.
Cari saluti,
Dott. caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#4] dopo  
Utente
Grazie dottore, confermo che non ho nessuna infezione batterica in corso e nemmeno febbre alta.
Ripeterò il prima possibile gli esami.
La terrò informata sugli eventi.
Grazie X le sue risposte molto esaustive.
Saluti.
G.