Febbre alta da 2 settimane e ora gambe paralizzate

Carissimi dottori,
Vi scrivo in quanto sono molto preoccupata per una mia collega.


Quasi 2 settimane fa ha iniziato ad avere la febbre molto alta (quasi ogni giorno) e dopo aver effettuato il tampone per il covid19, risultato negativo, è stata ricoverata in ospedale per sospetta infezione.

Da qui il calvario...

Le hanno trovato in un primo momento la milza ingrossata, stessa cosa per il fegato e nel frattempo, mentre le facevano analisi su analisi, la febbre ha continuato a tormentarla ogni pomeriggio.

Poi sembrava migliorare, fino a ieri quando ha iniziato a sentire intorpidimento ai piedi ed alle mani fino ad oggi quando sua madre ha comunicato ad un altro mio collega che ha le gambe completamente paralizzate e non riesce a parlare.

Hanno parlato di un virus, che potrebbe aver contratto già da tempo e che sta raggiungendo il picco in questi giorni, giorni in cui staranno a vedere come reagirà il corpo della mia amica.

Capirete quanto io sia spaventata a morte.

Non sto cercando una diagnosi, ci mancherebbe, so che è impossibile attraverso una tastiera.
Cerco solo un Vostro parere medico o se avete conosciuto casi simili.


Vi ringrazio di cuore anticipatamente
E vi auguro una buona serata
[#1]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Salve.
Parrebbe una Sindrome di Guillain-Barre.
Come sta la sua amica oggi?
Buona giornata.
Dr. Caldarola.
[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dottore,
innanzitutto grazie di cuore per la sua gentile risposta.

Ieri abbiamo potuto parlarci telefonicamente, ma per pochissimo tempo perché è molto affaticata e parlare non le risulta per niente facile.
Nel poco lasso di tempo mi ha saputo dire soltanto che le hanno parlato di un Virus subdolo che ancora deve raggiungere il picco. Ancora non riesce a muovere gli arti inferiori.
Mi ha detto che dovranno quindi attendere il passaggio di questo cosiddetto "picco" per vedere poi come risponde il suo corpo.
E ovviamente le hanno già detto che dovrà poi fare una lunga riabilitazione.

Forse martedì prossimo uno di noi potrà andarla a trovare.
Anche se continuo ad essere tanto spaventata, soprattutto sentendola così allo stremo delle forze.

Mi dispiace perchè nell'ultimo anno ne ha passate tante, anche a livello salutare, e non vorrei che alla fine tutto lo stress accumulato sia esploro e la abbia resa ancora più vulnerabile.

La domanda che mi tormenta è "come può averlo preso?" da cosa è dovuto?

Grazie ancora dottore, per la sua pazienza e cortesia.
[#3]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Salve.
Mi spiace.
Ma non riesco a capire quale "picco virale" e di quale virus stiano attendendo.
Un virus non raggiunge un picco replicativo per poi discendente.
Ma può scatenare una Sindrome di Guillain-Barre, che inizia dagli arti inferiori e tende progressivamente ad estendersi verso l'alto fino a poter interessare i muscoli respiratori con necessità di intubazione. Ovviamente nei casi più gravi.
Per fortuna la plasmaferesi si è rivelata un'ottima terapia che insieme ad altri presidi è capace di controllare quasi sempre la situazione.
Mi tenga aggiornato.
Porga tanti auguri alla sua amica:)
Un caro saluto.
Dr. Caldarola.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille dottore,
le ho riportato ciò che mi ha detto la mia amica, ma essendo molto debilitata ovviamente non ce la faceva a spiegarmelo nel migliore dei modi. Di quale virus parlino però ancora non è dato sapere.
Mi ha anche accennato a "lavaggio del sangue" e "trasfusione", ma come ripeto sentendola parlare con molta fatica non ho chiesto altre spiegazioni.

Mi ha detto di sentirsi un pochino meglio, o meglio, di non avere avuto altri episodi di febbre alta.
Però è una persona che tende sempre a rassicurare gli altri, quindi non so quel "pochino meglio" cosa voglia realmente dire.

Grazie ancora di cuore dottore per la sua professionalità,
è stato gentilissimo.
[#5]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Mi conferma che ha la sindrome di Guillain-Barre.
Andrà tutto bene.
Un caro saluto.
Dr. Caldarola.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie ancora di cuore.
Le auguro un buon week-end.
[#7]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Anche a lei
Caldarola.
[#8]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo dottore,
Torno a disturbarla perché ieri sera hanno intubato la mia amica.
Sono molto triste per quello che sta passando, vorrei che si risolvesse tutto al più presto.
Ma le sue parole nei precedenti commenti mi danno un pó positività, perché almeno posso avere un'idea della causa di questo calvario.

So che chiedo molto, ma più o meno quanto può durare una condizione del genere?
[#9]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Salve.
Mi spiace molto ma i sintomi erano inequivocabili.
Già leggendo il titolo del consulto avevo pensato che di trattasse di una Guillain-Barre.
La mortalità è inferiore al 2% ma la ripresa può richiedere fino a tre mesi e possono restare reliquati nel 30% dei pazienti.
Mi faccia sapere. In bocca a mamma lupa.
Dr.Caldarola.
[#10]
dopo
Utente
Utente
Buonasera gentile dottore,
Torno nuovamente a chiederle un parere sulla situazione.

Ci hanno riferito che la mia amica è stata affetta da Citomegalovirus,
Oltre che ad essere ancora intubata Ieri le è stato messo anche un sondino.
Oltre a questo sappiamo solo che una volta che uscirà dall'ospedale dovrà recarsi in un centro di riabilitazione per un pó di tempo.

Spero di non disturbarla, ma il suo consulto, dottore, è l'unica cosa che mi rende le idee più chiare.

Le mando un saluto
Ringraziandola ancora
[#11]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Salve.
È estremamente raro che il CMV provochi una Sindrome di Guillain-Barre.
In questo la Sua amica è stata sfortunata.
Il lato positivo della vicenda è che
1) vi è terapia antivirale specifica per CMV
2) Come le ho detto la plasmaferesi, che la Sua amica sono certo stia praticando, induce miglioramenti rapidi della sintomatologia neurologica che tuttavia allo stato rende indispensabile l'intubazione e l'alimentazione enterale a mezzo sondino.
Della riabilitazione e delle sequele le ho già detto nel post #9
Vedrà, si riprenderà.
Stia tranquilla.
Un saluto caro.
Dr. Caldarola.
[#12]
dopo
Utente
Utente
Gent.mo dottore,
leggo la sua risposta soltanto adesso perché ho avuto problemi con la mail.
Torno nuovamente a ringraziarla, soprattutto per la sua pazienza nel rispondermi ogni volta.

Ad oggi ho notizie poco chiare della mia amica, ho come l'impressione che ci sia qualcosa di più che la sua famiglia (giustamente) non vuole dire.
E' un presentimento che sta maturando sempre di più, magari stupidamente...
2 giorni fa ci fu detto che "il virus non c'era più"
Poi il giorno dopo "no, il virus c'è ancora"
Hanno parlato di "riabilitazione passiva" a cui inizialmente sembrava rispondere bene, ma il giorno dopo invece è peggiorata.

Sono tanto preoccupata, spero solo che la mia amica possa tornare prima possibile alla normalità e che presto tutto ciò sia soltanto un brutto ricordo.

Per il momento, Dr. Caldarola, io la ringrazio infinitamente. Ovviamente per la sua professionalità, ma anche per la sua infinita pazienza nel rispondermi ogni volta dandomi, senza saperlo, un grandissimo supporto.

Le auguro una buona giornata.
Grazie ancora di cuore
[#13]
dopo
Utente
Utente
Gent.mo dott Caldarola.
Sono di nuovo a disturbarla con degli aggiornamenti sulla situazione della mia amica che ancora non sembra risolversi e volevo chiederle se, nella sindrome DI guillain-barret è normale.

E' ancora intubata, completamente paralizzata e da quello che so soltanto nei giorni appena scorsi è riuscita a muovere leggermente le palpebre.

Ancora non sembra migliorare e volevo capire se dopo tutto questo tempo è normale.
È stabile, ma non ci sono stati miglioramenti significativi.

Inoltre volevo capire se questa sindrome, una volta avvenuta la completa guarigione e riabilitazione, può lasciare qualche segno a livello neurologico o fisico.

Mi scuso se la disturbo nuovamente.
Ma ho ormai l umore a terra e tanta tanta tristezza ed angoscia.
La ringrazio di cuore ancora

Il Covid-19 è la malattia infettiva respiratoria che deriva dal SARS-CoV-2, un nuovo coronavirus scoperto nel 2019: sintomi, cura, prevenzione e complicanze.

Leggi tutto

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa