Utente 149XXX
Salve, sono un ragazzo di 20 anni; 3 mesi fa sono stato ricoverato in ospedale per MONONUCLEOSI INFETTIVA la quale mi ha provocato una forte tonsillite con la presenza di placche mucose.Grazie alla terapia medica, nel giro di un mesetto ,tutto si è risolto nel migliore dei modi, o quasi. Da allora ho notato che la mia gola, in modo particolare l' orofaringe, è rimasta lievemente arrossata.Durante la degenza in ospedale anche per l' infettivologo sembrava strano tale arrossamento non scomparso nonostante la terapia al cortisone. A distanza di 3 mesi dalla fase acuta , quindi, è presente un lieve arrossamento dell ugola e dei contorni vicini con la presenza di minuscole macchie bianco-giallastre sul fondo della parete orofaringea e negli ultimi giorni avverto un leggero fastidio ,difficile da localizzare, dietro i denti del giudizio come se fossero interessate le ghiandole salivari, un altro sintomo è la leggera secchezza della lingua... Tuttavia nn ho bruciore o problemi alla deglutizione........Cosa devo fare??? ho anche provato a fare gargarismi con vari collutori ma senza risultato...Può essere una forma cronica inguaribile?..evolvere in una forma cancerosa in seguito?...Grazie in anticipo a chi mi risponderà!!!

[#1] dopo  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Consiglio un tampone faringeo e linguale per la ricerca di germi patogeni e miceti (aerobi ed anaerobi). Una volta in possesso del risultato cerchero' di esserti di aiuto. Mi raccomando, cerchiamo di essere positivi: non ci sono gli estremi per una evoluzione maligna della patologia!
Dr. Raffaello Brunori