Utente
Gentili medici, è da gennaio che soffro di tonsillite, sintomi influenzali, linfonodi ingrossati alla gola; ho fatto varie analisi e varie cure ma a quanto pare nulla è servito.
Di seguito cercherò di descrivere una breve anamnesi:

25-31 gennaio: mal di gola, raffreddore, tosse, linfonodi alla gola ingrossati, assenza di febbre
Farmaci utilizzati: primi 4gg ciprofloxacina – successivi 3gg azitromicina
Analisi effettuate con prelievo sangue venoso: 1 febbraio
Citomegalovirus igm 0.13 igg 84
Toxoplasmosi igm 0.46 igg 240
Epsteinbarr virus igm 0.03 igg 0.05
Ves 2
PCR (quantitativa) 0.09
GOT 19
GPT 28
EMOCROMO nella norma

4-5 febbraio: improvvisa febbre alta (39°), assenza di altri sintomatologie
Farmaci utilizzati: paracetamolo
Analisi effettuate: 9 febbraio RX torace nella norma

23-27 febbraio: mal di gola-placche, raffreddore, linfonodi alla gola ingrossati, assenza di febbre
Farmaci utilizzati: ketoprofene
Analisi effettuate: 25 febbraio Tampone faringeo con esito negativo

8 marzo ad oggi: improvvisa febbre alta (39°), mal di gola-placche, linfonodi al collo ingrossati.
La febbre alta si è presentata fino al mattino di giorno 9, poi la temperatura corporea oscillava tra 35,6-37,2.
Il mio medico di basa mi ha prescritto nuovamente le analisi del sangue per mononucleosi, e una cura antibiotica a base di cefixima. Sabato ritirerò le analisi, il mio medico mi ha detto che nel caso risultino negative mi prescriverà visita da infettivologo.

Premettendo che il mio partner non è assolutamente sensibile a questi miei stati influenzali volevo chiedere la vostra opinione.
Devo preoccuparmi? È possibile si tratti di semplici ricadute influenzali o è più probabile si tratti di qualcos’altro come ad esempio la presenza di un virus latente nel mio organismo che si ripresenta regolarmente? In tal caso esistono degli antivirali efficaci? Mi consigliate altre analisi o altre particolari cure?

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sono d'accordo con il suo Medico Curante circa l'utilità, nel suo caso di una visita specialistica da parte di un Infettivologo. Non sono in grado di dare un parere specifico al suo caso non avendo la possibilità di effettuare un esame clinico. Cordiali saluti
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio dott.Brumori.
Volevo tuttavia aggiornare l'anamnesi con i risultati di ulteriori analisi del sangue che escludono nuovamente l'epsteinbarr virus ma rilevano tali differenze rispetto alle precedenti:
VES 11 0-20
PCR (quantitativa) 4.59 0-0.5

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Ancora di piu' è necessario, nel suo caso, una visita da parte di un Infettivologo. Dobbiamo, infatti, capire, la causa della sintomatologia da lei sofferta. C'è una infezione in atto e dobbiamo capire cio' che la determina. E' giovane e deve pensare alla sua salute! Mi farà piacere conoscere l'esito della visita.
Dr. Raffaello Brunori